STALKER SARAI TU

Anti-utopia arcobaleno: a che punto siamo?

Questo blog ha interrotto le pubblicazioni il 14/09/2020, dopo 4 anni di attività.

Le sue tematiche sono ora sviluppate da una nuova piattaforma:

LA FIONDA

https://www.lafionda.com

<

di Redazione. Si è in attesa di capire, alla riapertura dei lavori parlamentari, quali trucchetti userà la maggioranza filo-arcobaleno per portare a compimento l’orrore legislativo rappresentato dal DDL Zan-Scalfarotto, cosiddetto “contro l’omotranslesbofobia”. Nel frattempo, in questi giorni estivi, l’anti-utopia del sistema sociale e di pensiero tipico della lobby LGBT, ha dato segnali vitali assolutamente importanti, perché danno un quadro molto chiaro di come potrebbe essere il futuro se il loro progetto, di cui il DDL Zan è solo una piccola parte, va a buon fine.

Ha fatto scalpore, nonché il giro del web, il meme fatto circolare dal profilo “Orgoglio bisessuale” secondo cui “non essere attratti dalle persone trans non è parte di nessun orientamento. È parte di una sola cosa e quella cosa è Transfobia”. Un passo avanti importante nella previsione del regime prossimo venturo: non è solo improprio (e vietato) essere contrario per qualsivoglia motivo a determinate logiche, lo sarà anche non essere attratti da certe alternative. A quanto pare, nell’anti-utopia prossima ventura, dovremo tutti farci periodicamente un giretto su un trans per dimostrare la “purezza” dei nostri intenti, oltre che l’assenza di ogni pregiudizio. E se rifiuteremo, col DDL Zan in vigore rischieremo dai 18 mesi di  carcere in su, più svariate multe.


Con il DDL Zan l’insegnante verrà anche incriminato, processato e probabilmente condannato.


Elton John con il suo compagno e i bambini adottati dalla coppia.

Quella di “Orgoglio bisessuale” era una boutade? Forse, ma l’ironia spesso anticipa fenomeni che poi si avverano. Così come l’estero, specie se anglo-americano, da cui importiamo solitamente in ritardo le mode peggiori. Ecco allora che emerge la storia di Peter Vlaming, insegnante di storia e francese alla scuola superiore di West Point in Virginia. Una sua studentessa a un certo punto gli annuncia di aver iniziato “la transizione” e che da quel momento in poi lui dovrà chiamarla con pronomi maschili. A Vlaming la cosa non va per nulla, tra le altre cose è pure cattolico, dunque prima rifiuta poi, a fronte delle pressioni della dirigenza scolastica, prova ad aggirare il problema, ma niente da fare. Alla fine viene licenziato proprio per il suo rifiuto a piegare la sua libertà di parola a una bugia: per quante transizioni farà, la sua studentessa rimarrà biologicamente una femmina e su questo lui non voleva mentire. Al momento Vlaming ha fatto ricorso contro il suo licenziamento. Presto in Italia accadrà lo stesso. E con il DDL Zan l’insegnante verrà anche incriminato, processato e probabilmente condannato. Non è forse anti-utopia questa?

C’è infine Yuval Hadadi, registra israeliano, che spacca il fronte gay con una dichiarazione chiara e netta: avere figli con la maternità surrogata (leggasi “utero in affitto”) è una moda, uno status symbol omosessuale, come tale imposto da coppie famose, da Elton John in giù. Risponde Michael Johnson-Ellis, co-fondatore di “TwoDads UK”: “tutti meritano il diritto di essere genitori”. A parte che i diritti si hanno o si acquisicono, non si “meritano”, qui sta un po’ la questione al fondo di tutto: i diritti possono essere naturali (l’individuo nasce libero, eguale agli altri, eccetera) o frutto di conquiste sociali (il diritto all’istruzione, alla salute, eccetera). Nessun diritto di quest’ultimo tipo sovverte i primi, è una regola fondamentale. Due persone dello stesso sesso non possono procreare, un motivo ci sarà, dunque non si può affermare un diritto innaturale. A meno che non sia una moda, un capriccio, un’indigestione di diritti che passa sopra alla vita di altre persone (donne e bambini), con lo stesso valore del Rolex o della Bentley ultimo modello. Hadadi ha ragione da vendere. E se dicesse ciò che ha detto nella nuova anti-utopia di un’Italia con un DDL Zan in vigore, anche lui andrebbe in carcere, con fior di multe e bocca tappata probabilmente per sempre.


32 thoughts on “Anti-utopia arcobaleno: a che punto siamo?

  1. quoto ERICLAUDER e RDV.
    ho già parlato della mia situazione in merito,quindi non ritengo necessario ribadirla.

    altro discorso è la mia posizione morale:
    anche io come quasi tutti gli uomini sono partito da una idea di primariato femminile in merito…
    (perchè ho sempre pensato e penso tuttora che i figli debbano trovare entrambi i modelli di riferirmento,
    per crescere equilibrati)
    e perchè pensavo che le donne fossero migliori di noi,se non altro come genitrici.

    quindi in precedenza accettavo le possibili rogne di un matrimonio come parte del pacchetto “padre di famiglia”
    ma gli anni sono passati…
    portando esperienza,e mi sono reso conto che il gioco non vale la candela (viste le leggi sempre più
    ostili verso i padri ed ex mariti)
    e sopratutto che non ha senso concedere loro quel diritto morale
    che credevo imprescindibile al concetto “madre” :

    anni di osservazione dell’universo femminile
    e della dissoluzione delle famiglie da esso voluto,mi hanno infine convinto che
    NON sono migliori di noi…e
    NON sono più generose,verso i figli.

    perchè se cosi fosse non distruggerebbero il “mondo” mentale dei loro figli divorziando per
    puttanate….
    ma SOLO,se costrette da cose serie (tipo alcolismo,botte,gioco d’azzardo,gelosia patologica
    o gente che picchia in testa e simili)
    e non farebbero guerre legali e sociali ai loro padri per estorcergli fino all’ultima lira
    e fino all’ultimo alito di respiro,fregandosene alla grande dei disastri emotivi che
    impongono ai loro figli,che vedono metà del loro intero mondo…
    che vuole distruggere l’altra metà.

    questo non vuol dire che non li amino,ovvio…
    ma in quasi tutti i casi amano PRIMA se stesse,e poi i figli,
    come si vede chiaramente in qualsiasi divorzio.

    stando così le cose,
    perchè noi uomini dovremmo trattenerci,dal pensare ANCHE al nostro egoismo…
    quando si parla di figli?
    e perchè noi uomini dovremmo privarci della gioia di avere dei
    NOSTRI discendenti,se li riteniamo importanti?

    perchè dovremmo tirar su i figli degli altri e non i nostri?

    perchè dovremmo riconoscere….alla mafia femminile,ANCORA una volta,
    la possibilità di dirci quello che dobbiamo fare,per “essere giusti”?

    e cioè piegarci ai loro dikdat per poterci riprodurre (e quindi pagare
    a loro e alla società tutta la tangente del matrimonio,e il pizzo sul divorzio)

    oppure accettare di sparire nel silenzio della notte..

    oppure ancora,non riprodurci affatto…
    ma contemporaneamente tirar su i figli degli altri,come mi è stato da più parti suggerito
    quando ho cominciato a parlare di utero in affitto…
    (in modo che cosi loro possano dire,
    non c’è problema,ci pensa lo stato:
    quindi io posso usufruire della legge madre segreta,
    oppure continuare a fare la disutile
    ubriacona o la rasta multitossica,che tanto c’è qualcuno che ai miei figli
    ci pensa al posto mio)

    perchè dovremmo?

    ci penso già da un pò,in effetti:
    da quando ho cominciato a prendere in considerazione questa idea
    e ho cominciato a nuotare contro la corrente culturale contraria:
    donne,sopratutto…
    psicologhe,
    politiche,
    e anche molti uomini che spingono perchè si faccia la cosa giusta,
    (e che sono ipocriti a livello tale che la cosa giusta non la riconoscono nemmeno se ci inciampano)
    perchè non si faccia un orrendo mercimonio della donna
    (come se quello dell’uomo facesse meno schifo)
    perchè non bisogna rischiare di ferire la delicata psiche dei bambini dell’affitto,
    (mentre delle centinaia di milioni di figli del divorzio non è mai fregato niente a nessuno,a cominciare dalle madri)
    perchè non si può accettare questa idea per principio,perchè i figli sono sacri
    (mentre i milioni che finiscono in un secchio di rifiuti biologici tutti gli anni non esistono,vero?)
    ecc
    ecc
    ecc
    ecc
    sapete che c’è?
    più ci penso…
    più leggo in merito,
    più vedo le facce scandalizzate di questa gente,
    più strepitano per censurare questa possibilità,
    e meno mi convincono.

    quale che sia la decisione che prenderò in merito,
    io NON RICONOSCO PIU’ A NESSUNO,il diritto di decidere per me in questo campo.
    perchè
    come evidenzia chiaramente RDV,nelle sue frasi conclusive sopra,

    “Se i figli di CR7 non hanno una madre (cosa che io stesso reputo grave) la causa e la colpa sono del femminismo. Questo deve essere chiaro.
    Ciminalessa è Gloria Steinem non CR7.
    .
    Questa guerra non l’abbiamo voluta noi.”

    e la verità vera,è che noi uomini
    SIAMO,IN GUERRA:
    contro il femminismo,e contro la marcia società misandrica,ipocrita e buonista
    che ha creato.
    e quando si è in guerra,
    a volte si fa un pò di diplomazia (per esempio continuando ad andarci a letto)
    ma si fanno I PROPRI INTERESSI,non quelli del nemico.

  2. Siamo al punto di non ritorno perché questo governo non cade e, praticamente, tutta la maggioranza è collusa ed imbrigliata in questa folle corsa alla loro ideologia, viscidamente strumentale alla loro patologia e alla loro esistenza deforme..
    Di fatto, stiamo assistendo ad uno squallido fenomeno di creazione di un concetto forzato con la relativa statuizione del suo diritto per legittimarlo definitivamente.
    Quindi, questi signori si sono permessi di inventare un nuovo diritto che calza unicamente sulla loro perversione, …. e lo stanno facendo mediante un giro di argomentazioni abominevoli.
    Tentano di farlo passare come un normale diritto universale, allineato a tutti gli altri !! ..… questa è dittatura, delle più striscianti che cozza pesantemente contro ogni morale e lede pesantemente ai veri diritti di un’intero popolo.
    Mi auguro che possano scivolare presto sulla loro stessa deiezione per rimanere definitivamente incollati sulla stessa.
    Questi ipocriti schifosi continuano a parlare di diritto alla genitorialità omosessuale, però se ne guardano bene dal menzionare quel diritto fondamentale, certamente ben più importante, dei minori che devono poter godere di una famiglia composta da una madre ed un padre che interagiscono nella loro crescita con una funzione imprescindibile.
    Se all’atto di un concepimento si potesse interrogare le due cellule, chiedendo loro se gli sta bene che alla nascita si ritroveranno a dover crescere con due omosessuali, …. orbene si sentirebbe una gran pernacchia seguita da ….… No grazie, … Aspettiamo il prossimo giro Etero.
    Questo manipolo di gentaglia evidentemente non ha risposte sul punto.
    Nonostante io abbia ammirazione e stima per quel grande cantante che è Elton John, alla vista di quel quadretto vomitevole con un forzato surrogato alla famiglia vera, con quei due poveri bambini che sono ancora ignari dell’abuso che gli hanno riservato quei finti genitori, mi da solo che tristezza e repulsione…
    Siamo all’apoteosi dell’ipocrisia.

    1. Ci furono tre errori clamorosi:
      Primo: alla Europee i 5 Stelle fecero campagna contro la Lega “per distinguersi da loro” invece che attaccare il PD.
      Secondo: Salvini che fece crollare il governo gialloverde pensando di poter andare a elezioni. Terzo: Di Maio quando rifiutò l’offerta in extremis di Salvini (che aveva capito l’errore madornale fatto e tentava di rimediare) e non fece il premier al posto di Conte.

      L’unico risultato possibile è, era e resterà questo:
      Salvini se la giocherà, ma solo nel 2023.
      Il M5S sarà ridotto ai minimi termini e non si riprenderà più.

      Se ci fai caso le conseguenze sono esattamente in base all’idiozia politica dimostrata: Salvini fece una cavolata colossale ma poi provò a rimediare. Gli altri sono stati totalmente suicidi.

          1. Si, …. avete ragione e condivido soprattutto l’analisi che ha fatto Ericlauder.
            Però mi sento di esprimere un parere scettico sulla durata del governo:
            non credo proprio che arriverà al 2023…
            Poi, per quanto riguarda il futuro nuovo governo, certamente se le marionette che verranno messe in gioco sostanzialmente saranno sempre le stesse, le cose certamente non cambieranno.
            Ci auguriamo un governo totalmente diverso, composto da personaggi nuovi che non temono il consenso elettorale, con dei principi e valori solidi e razionali.
            Non è poi così difficile discriminare ciò che è giusto da ciò che è marcio, importante è non scendere a compromessi, opportunismi individuali, ipocrisia, connivenze, giochi di palazzo, inciuci, alzate di ingegno irrealizzabili, demagogia perenne e così via…
            DanieleV, … purtroppo è vero, il presidente è filo-femminista e suona il violino tutte le sere alla Boldrini e ….. lei canta sotto il palazzo.
            Vedremo, …… la speranza è l’ultima a morire.
            Ciao

    2. Senza offesa, ma chi crede che cambiando governo smetta di diluviare, non ha capito da dove venga la pioggia. Non ha capito l’essenza della questione, l’origine, i fondamenti. Governi diversi (Sx / Dx ) ci sono stati per la metà del tempo in Italia dal 1990. I risultati si sono visti, si vedono e si vedranno anche dopo le prossime elezioni con la maggioranza assoluta della Dx. No, non smetterà di diluviare.

      1. Però con la Lega io un progresso l’ho visto: gli altri dicevano che non esistevamo e solo proclamare che esistevamo era odioso. La Lega invece ha detto che esistiamo e siamo abbastanza utili da dover essere illusi con false promesse e turlupinati (DDL 735 portato avanti senza convinzione ma Codice Rosso passato alla velocità della luce).
        In pratica è come essere stati promossi da barboni invisibili e fuori legge a vittime di Wanna Marchi. Non è granché ma è un progresso.

        Io credo che sarà interessante vedere come ci fregherà la Meloni: secondo me mettono uno sconto di tasse simbolico per i separati che debbono lasciare casa ma passano più incentivi all’assunzione di donne.
        Così paghi l’1% in meno di tasse sullo stipendio che non hai perché hanno assunto una donna al posto tuo causa incentivi.

  3. Effetto pratico: invece che generalizzare dicendo “non mi piacciono le trans” si risponderà “TU mi fai schifo”.
    Peccato solo che non possiamo farlo perché:
    * Ci siamo imposti di non trattare male le trans.
    * Se dovesse diffondersi, questa cosa metterebbe MOLTO in difficoltà le donne, a causa delle dinamiche sessuali: ma noi non vogliqmo stravincere, vogliamo solo limitare i danni un pochino. Vincere non è nelle nostre corde.
    * Difendere le lesbomisandriche dalle trans è essenziale, sempre per non rischiare di stravincere.
    * C’è il rischio che anche gli incel provino a sfruttare questa cosa, se dovessero riuscirci sarebbe per loro un’umiliante vittoria, e vincere scorrettamente non è mascolino. Meglio piangere.

    Questo ovviamente in generale.
    Io fortunatamente sono malvagio e intendo sfruttare tutto per colpire, e comportarmi come un elefante in una cristalleria.

  4. Un giorno non lontano i nostri figli verranno coltivati, non generati. Un comodo utero artificiale sarà presto in grado di evitare alla donna la fastidiosa e discriminante sofferenza del parto, con tutte le sue conseguenze, come per esempio l’orribile penalizzazione lavorativa e sociale che conseguono alla ripresa fisica post-parto. Contemporaneamente questo meraviglioso strumento fornirà piena parità a tutti: uomini cis, uomini omo, uomini trans, donne cis, donne lesbo, donne trans, asessuali, sessofobici, pippo, pluto e paperino.
    Per tutti gli stessi diritti inalienabili: desideri un bel bambino nordico biondo e occhi azzurri? Ordinalo, e in meno di nove mesi lo avrai a domicilio. Finalmente poter scegliere SE e COME avere un figlio sarà vermanete per tutti.
    Finalmente quella insulsa e obsoleta consuetudine sociale di formare coppie potrà avere modo di estinguersi, portando alla nostra scietà vantaggi incontestabili: basta separazioni conflittuali, basta figli contesi che finiscono nel tritacarne tra genitori indegni.
    Ciascun bambino “prodotto” avrà il suo stabile e sicuro riferimento sociale nel suo “commitente”. Quale maggiore tutela dei suoi diritti si potrebbe concepire?

    Quando vedo i figli di Elton Jhon non posso fare a meno di pensare che quanto ho scritto sopra sia più vicino alla realtà di quello che vorrei, e che forse presto sarà un reato dirlo. Elton Jhon così come altri omosessuali facoltosi si sono potuti permettere di acquistare uno o più bambini, tanto quanto coppie lesbiche (anche se un po’ meno facoltose) si sono potute permettere di procrearli artificialmente. Se parità deve essere, allora sia, ma chiamiamo le cose con il loro nome. Prima che sia impossibile farlo più.

    1. non solo omosessuali vedasi cristiano ronaldo… delle mamme dei suoi figli non si sa nulla… come ho già detto per me essere omosessuale lo considero naturale, è fare sesso in modo diverso e con un altra persona consenziente … invece togliere uno dei genitori naturali per darlo a coppie gay o etero è contro natura, dal mio punto di vista può essere accettabile solo se il bambino è orfanoo figlio di violenti pedofili ecc… sono tanti i bambini orfani da poter adottare, poter
      levare ad un bambino la conoscenza di uno dei suoi genitori a priori deve diventare un reato contro il minore secondo me

    2. difatti, la magistratura cd illuminata propone ripetutamente la demolizione delle figure genitoriali,( entrambe, non solo quella del padre ) attraverso provvedimenti giudiziali che sono dei veri e propri cavalli di troia ( stepchild adoption ) ma che servono ad aprire il varco all’elòiminazione o alla riduzione della rilevanza del rapporto di sangue. eccone un esempio di un personaggio noto a questo blog
      https://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2020/07/11/stepchild-giudicediritto-interpretato-secondo-canone-amore_78f41d4a-7510-46c8-9488-f5d7fa8a588c.html

        1. E in quest’ultimo periodo si sta esponendo mediaaticamente, non solo su questioni giuridiche ( di recente hs fatto un articolo dove invita i suoi colleghi ad aver più coraggio nel decidere) su bibbiano ( ansa 26 giugno) ma anche su questioni squisitamente politiche ( il 30 agosto parteciperà ad un incontro sul referendum…). Bisogna tenere alta la guardia, altrimenti ritorna…

    3. Io invece quando vedo i figli di Cristiano Ronaldo penso che ha fregato tutte le donne, non glieli porta via nessuno, ma che il papà è lui: infatti basta fare un test del DNA e risulta che lui è il padre biologico.
      Questo con buona pace di quelli che pensano che il padre non esista ma ci siano solo terzi, sconosciuti che coomprano bambini altrui.

      1. le ha pagate e non ha fregato nessuno perché intanto quei bambini non sanno chi è loro madre naturale… se poi i genitori sono tossici ecc e o figli a 18 anni li conosceranno e saranno ancora tossivi non credo gli rinfacceranno chissà che… in caso contrario potrebbero vivere con la rabbia di non aver vissuti coi genitiri… detto questo chi ha i soldi può quasi tutto

        1. Le ha pagate pochissimo rispetto a quello che una gli avrebbe portato via col divorzio, oltre a portargli via i figli.
          Non ce l’hanno la madre naturale: una ci ha messo l’ovulo e l’altra l’utero.
          Il tasso di divorzi tra i vip è altissimo, era come giocare alla roulette russa con tutti colpi in canna tranne uno, ovvero l’opposto del normale (che già è pericoloso).

          Comunque sia tutto questo difendere le madri che non ci sono indica che siamo ben lontani dal punto di rottura: nel frattempo le donne possono dare i figli in adozione subito dopo appena nati e va bene così, la mamma in quel caso non serve – chiedere alle signore se il “parto in anonimato” è giusto è meno, anche in chiesa la maggior parte ti diranno di sì.
          D’altronde le donne sono vittime, e chi è vittima è senza peccato. Sono quasi pronti per la papessa: è senza peccato persino se abbandona il figlio, quindi chi meglio di una donna?

          1. nono nessuno difende le madri che non ci sono, qui si difende i figli, che non conoscono o la madre o il padre naturali perché qualche adulto decide per loro

            1. @Anonimo
              Nel caso di Ronaldo il padre naturale è lui. Solo a titolo personale dico che non sono d’accordo nemmeno io, non credo nel “diritto alla genitorialità” di nessuno soprattutto se single, per me non è giusto voler crescere un bambino senza dargli un altro adulto a fare da contraltare equilibrante. Ci vogliono due figure di riferimento. Se poi per sventura una delle due muore, allora non ci si può fare niente, ma perlomeno il figlio non cresce con un genitore egoista che ha voluto averlo a tutti i costi pure senza un compagno/a. A un single mi sta bene dare in affido e financo in adozione un bambino sfortunato che non abbia trovato nessuna coppia che lo adotti, a quel punto meglio l’amore di un solo genitore che di nessuno.

              1. sono d accordo ma su tutto ma per me più che due adulti che si bilancino è scorretto levare uno dei due genitori a meno che questo non abbia comportamenti realmente dannosi per il figlio… nessuno dovrebbe avere il diritto di togliere un padre o una madre naturali per il piacere di accudire un figlio fin dalla nascita, se vuoi accudire un figlio fin da piccolo e non hai con chi procreare ci sono tanti bambini da adottare abbandonati fin da piccoli… single o meno non lo so non ci ho mai pensato, di certo ci vorrebbe qualcuno che vigili un minimo sulla persona alla quale il bambino è stato affidato per non rischiare drammi peggiori

            2. Io ritengo che “il bambino ha bisogno di entrambi i genitori” sia usato selettivamente solo contro gli uomini e che a nessuno freghi niente in realtà.
              Prova:
              Non si stigmatizzano MAI le madri single.
              E delle madri che non ci sono perché fanno il “parto in anonimato” non si parla MAI.
              Eppure è legale, e gratis.In Italia.
              Invece si parla SOLO di ciò che è illegale in Italia e costoso altrove.
              Quindi l’ordine di priorità resta: Donne > Bambini > Uomini.
              Anche in molti casi tra l’attivismo pro-maschile, che in questi casi è puro e semplice femminismo perché attacca SOLO gli uomini dando la priorità alle donne sui bambini. I bambini sono usati come scusa, le donne hanno la priorità.

              Ammenoché non si attacchino anche il parto in anonimato e le madri single non ci crederò mai che si vogliano dare due genitori al bambino.

              1. secondo me, secondo te non frega a nessuno della cosa perché a te non frega… e se non frega niente a nessuno forse è il caso di far riutilizzare il cervello alle persone perché magari è atrofizzato dalla propaganda femminista ma non è irrecuperabile

                1. Se si ritiene che avere due genitori sia un diritto inviolabile del bambino, spiegami un po’ perché nessuno ha mai obbiettato su NESSUNA di queste madri single, oltre metà delle quali lo hanno fatto per scelta:
                  https://theindependentmanitaly.wordpress.com/2020/08/28/cosa-hanno-in-comune-maria-montessori-santa-elena-imperatrice-e-cristiano-ronaldo/

                  Ripeto: “il bambino ha diritto a due genitori” è licenza poetica per dire “ha diritto alla madre”, ed è per questo che la frase è usata selettivamente solo contro gli uomini.
                  Ogni tanto, con meno forza, viene usato contro le coppie lesbiche, quasi controvoglia, ma l’elefante nella stanza delle madri single non viene mai toccato né visto.

                  1. Le tue argomentazioni devono essere condivise da tutti, volenti o nolenti, perché sono gelidamente razionali (come devono essere). La sola contestazione valida è che …in un altro contesto, in altri tempi e luoghi, se le cose fossero diverse, se in altri ambiti etc etc.
                    Certo. Se… se… se….
                    Ma lo cose non stanno come dovrebbero, stanno come stanno
                    Bambini senza madre sono un’aberrazione? Ok. Ma oggi i bambini senza padre crescono a milioni. E aumentano. La lamentela “Dovrebbero avere due genitori” lascia il tempo che trova. Perciò se Ronaldo ha fatto qualcosa di aberrante ha fatto solo quel che fanno milioni di femmine in Occidente.
                    Ha smascherato un’aberrazione.
                    Se i figli di CR7 non hanno una madre (cosa che io stesso reputo grave) la causa e la colpa sono del femminismo. Questo deve essere chiaro.
                    Ciminalessa è Gloria Steinem non CR7.
                    .
                    Questa guerra non l’abbiamo voluta noi.

                    1. E’ esattamente quello che intendo.
                      Ciò di cui dovremmo andare orgogliosi e che a mio parere DA SOLO BASTA A RENDERCI MIGLIORI è che noi abbiamo iniziato a privare i bambini di un genitore solo decenni dopo le donne.
                      Ma si arriva al punto in cui c’è un confine tra essere “essere moralmente superiore, corretto” e “essere un babbeo senza palle” – e ti faccio un esempio in altro campo: io non sono un truffatore e non frego nessuno, mi faccio un vanto di essere onesto.
                      Ma l’onesta consiste anche nel fatto che se ti rubano 500 euro tu con le buone o con le cattive te li riprendi quando (e se) ti capita l’occasione di farlo senza subire conseguenze – e se ti capita di prenderne soli 400 oppure 700 fa lo stesso, nel primo caso hai comunque dato una lezione e ti sei ripreso gran parte, nel secondo caso è andata così, ti sei preso un po’ di interessi, se non facevano i furbi prima non succedeva e a chi con te è onesto non succede.
                      Lasciar correre invece non è onesto, è solo da babbei.

                    2. rispondo ad entrambi: avete ragione ho dimenticato il parto in anonimato… chi sbaglia non è solo cristiano ronaldo, non è solo la nascita di figli destinati a genitori gay… il nemico n.1, il vero nemico e il più forte ritengo sia il femminismo e ovviamente le ideologie che diffonde… però faccio una precisazione che mi tocca fare per ogni argomento: non perché esiste il parto in anonimato allora accettero ulteriori soprusi a danno dei bambini permettendo l estromissione di 1 dei due genitori… il femminismo o chi per esso ha concesso alle DONNE dei poteri che usano ma io non sono per il ‘se lo fanno le DONNE allora anche gli UOMINI, gay o non gay, devono poter fare figli ad cazxum’… io non faccio la gara di stupidità uomo vs donna, io sono solo contro il femminismo… non faccio la gara e ritengo profondamente errato e infantile l esempio dei soldi fatto da eric lauder, non è rapportabile al ‘se le donne rubano un bambino (500 €) allora anche io voglio un bambino per me perché devo riparare al danno ( 400? 500? 700? per gli interessi? e li rubo ad un altro?)… un bambino non è una banconota, speravo almeno a questo ci arrivassimo…… condivido con eric lauder che stiamo accettando il parto in anonimato probabilmente perché esiste da tempo, e uno dei tanti problemi del mondo è proprio questo: è difficile tornare indietro!!! quindi non permettiamo altri soprusi legalizzati e quindi l unica strada è informare e far comprendere cosa sia un sopruso, perché molti nemmeno ci arrivano….

                    3. L’esempio dei soldi era per dire “fare qualcosa di non etico”.
                      Il punto è che le donne lo fanno A PRESCINDERE da quello che fanno gli uomini, e per la società è normale: i buoi sono scappati dalla stalla da tempo. Inoltre il fatto che agli uomini sia proibito non depone a nostro favore anche se ci piace crederlo: è proibito perché siamo considerati squilibrati e si ritiene che ne abuseremmo, invece le donne no, hanno giudizio ed è loro consentito perché lo fanno solo per evitare guai peggiori – a loro insindacabile giudizio. Vedere la risposta di Chiara.
                      E più si stigmatizzano specificamente gli uomini, più le donne faranno figli ad cazzum perché si ritiene che abbiano giudizio, infatti per loro è legale e nessuno dice nulla: persino chi si oppone nel 90% dei casi fa l’esempio di uomini.
                      In Francia presto si arriverà a inseminazione artificiale gratuita per donne single e coppie lesbiche + GPA proibita: perché le donne hanno giudizio e gli uomini sono degli squilibrati. Per combatterlo faremo 9 esempi di quanto gli uomini sono squilibrati e 1 solo riguardante donne. E’ chiaro che non funzionerà mai e il gap aumenterà: paradossalmente ci sarebbero più possibilità di stigmatizzare TUTTE queste pratiche se invece dichiarassimo “vogliamo la parità con le donne, chissenefrega dei bambini” – tanto quello dei menefreghisti che abuserebbero del diritto è GIA’ la nostra immagine, da decenni e decenni.

                    4. Aggiungo pure uno schemino semplice:

                      Questa è la situazione in una società ideale:
                      Bambini > Donne/Uomini
                      Ovvero i bambini hanno la priorità su entrambi che però sono alla pari.

                      Questa è la situazione che abbiamo ora:
                      Donne > Bambini > Uomini

                      Questa è quanto è possibile ottenere con relativa facilità:
                      Donne/Uomini > Bambini

                      La terza è più logica e razionale della seconda: è crudele e ingiusta ma comunque superiore alla seconda.

                      Dalla seconda è impossibile passare alla prima: essendo i bambini sopra gli uomini gli uomini si sacrificano per tutti, e il sistema resta in equilibrio.
                      La terza invece è facile da raggiungere ma non è detto che possa sopravvivere – c’è da vedere se porta poi a collasso della società come la conosciamo (che non vuol dire collasso tout court) in senso negativo oppure fa arrivare alla situazione 1 causa rigetto.

                      Per me ci sono i margini per rischiarsela, nel senso chenon abbiamo nulla da perdere (siamo nella situazione 2, rammento).

                    5. Ho dimenticato un piccolo dettaglio – se la situazione attuale
                      Donne > Bambini > Uomini
                      Si lascia incancrenire abbastanza a lungo, senza provare a modificarla, stanti gli sviluppi tecnici dei prossimi decenni, potrebbe anche evolvere in questo:
                      Donne > Bambini
                      Uguale a sopra ma non c’è più il terzo fattore.

                      Non sto affatto scherzando, lo penso davvero.

                    6. @Ericlauder
                      “a loro insindacabile giudizio”
                      No, non sono “le donne” che hanno stabilito che il fatto che un neonato venga soffocato o gettato in un cassonetto da una fuori di sé* sia peggio che lo stesso neonato venga al mondo assistito da personale medico, messo al sicuro e dato in adozione a una famiglia amorevole.

                      *(o che magari la stessa muoia partorendo da sola e magari muoia pure il bimbo, fosse anche che lei avesse avuto la buona intenzione di farlo nascere e poi abbandonarlo in un luogo sicuro)

                      Non a caso il parto in anonimato è molto pubblicizzato in tutte le lingue e in luoghi accessibili perché siano soprattutto le immigrate e/o le fasce più povere a venirne al corrente, evidentemente gli ospedali sanno che tra quel tipo di donna sono più frequenti ignoranza sulla contraccezione e sull’aborto, situazioni abusive e di scarso controllo della propria sessualità, tradizionalismo familiare estremo (dove figlia che si ritrova madre fuori dal matrimonio = scandalo assoluto punibile nel peggiore dei modi).

              2. @Eric Lauder
                Il parto in anonimato è stato introdotto per evitare un dramma maggiore ossia quello dell’aborto o, nei peggiori dei casi, l’infanticidio. Volenti o nolenti, il fatto che i bambini crescano dentro la pancia di una donna comporta per forza delle differenze; non so al momento come si possano colmare… sempre tenendo conto che il bene del nascituro sia al primo posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: