STALKER SARAI TU

La TV delle ragazze: partono denunce e diffide

Questo blog ha interrotto le pubblicazioni il 14/09/2020, dopo 4 anni di attività.

Le sue tematiche sono ora sviluppate da una nuova piattaforma:

LA FIONDA

https://www.lafionda.com

<

persone_finocchiarodandiniHo notizia di diverse associazioni e diversi movimenti che hanno inviato ieri diffide o denunce relative all’improvvido sketch di Angela Finocchiaro all’interno della trasmissione “La TV delle ragazze”, condotta da Serena Dandini. Addirittura si parla di un’interrogazione parlamentare, che però ha un valore relativo visto che pare sarà imperniata solo sulla (pur sacrosanta) tutela dei minori, e non anche sul vilipendio della figura maschile. In ogni caso la richiesta unanime è che si facciano in trasmissione pubbliche scuse per ciò che è stato messo in scena e per ciò che si è detto. Scuse più che dovute vista la pioggia di critiche che si è abbattuta sulla conduttrice e sull’attrice. Critiche da uomini, ovviamente, ma anche da donne, madri, sorelle, mogli, figlie, che non ci stanno a che i loro congiunti, amati e consanguinei vengano definiti “pezzi di merda” in diretta nazionale. A mio avviso queste azioni formali non possono e non devono essere ignorate. La maggioranza non ideologicamente inquinata ora si attende davvero delle scuse. Ma attenzione, Dandini & Co., a come porgerete quelle scuse. E’ indispensabile che non diventi un gancio per ironizzare o sminuire ulteriormente, abusando del potere comunicativo che vi è dato dall’apparire in TV. Sicure di voi stesse e della vostra impunità, avete oggettivamene tirato troppo la corda stavolta. Un consiglio: non ripetetevi, non è il caso. Tanto meno ci attendiamo scuse calate dall’alto di un supposto senso di superiorità, con l’arroganza tipica di chi pensa di essere dalla ragione ma concede qualcosa per il quieto vivere. Quel genere di supponenza ha stufato e soprattutto non ha fondamento. Rendetevi conto che vi siete fatte ingranaggio di un meccanismo di odio e conflitto. Rendetevi conto che avete toppato di brutto. Le vostre scuse siano dunque espresse con umiltà e convinzione. Provate per una volta a uscire dai vostri schemi e a provare empatia verso il prossimo, facendo un passo giù dal piedistallo. Chi si è sentito offeso dalla vostra iniziativa non vuole vendetta, ma un’assunzione di responsabilità, una presa di coscienza reale di averla fatta fuori dal secchio e della conseguente necessità di darsi una regolata per il futuro. Non so altri, ma io personalmente interpreterei scuse espresse così come una mano tesa. Finalmente la tanto attesa mano tesa, per smettere questa assurda e miserabile guerra tra generi basata sul nulla, che ha come unico esito l’avvelenamento dei pozzi d’oggi e dell’acqua che berranno le generazioni future. Ci conto, e spero di non venire deluso come al solito.


Ti piace questo articolo? Supporta questo blog con una donazione. Grazie!


Per essere sempre aggiornato sui nuovi articoli, iscriviti alla newsletter di “Stalker sarai tu”:
Loading

footer_sst

8 thoughts on “La TV delle ragazze: partono denunce e diffide

  1. Scuse dalla Dandini? Da quella che diceva che TUTTI gli uomini sono corresponsabili dei femminicidi, anche se magari non hanno mai sfiorato una donna in vita loro? Sure?

  2. Rimarrai deluso.

    @Giannetto: oggi mi hanno rimosso un commento dove scrivevo che vedrei bene Simone Pillon come prossimo Presidente della Repubblica.
    Io ovviamente l’ho ripostato…

    1. io ho fatto casino sulla pagina facebook di un amico, uno dei pochissimi sensibili alla problematica;
      ha condannato e stigmatizzato il programma della Finocchiaro…

      per tutta risposta, dopo qualche minuto sono arrivate le “simpaticone” a dirci che non sappiamo
      scherzare e a fare il solito benaltrismo (qualcuna ha tirato fuori le vecchie frasi di dileggio
      contro le “suocere”).
      qualche donna, invece, era d’accordo con noi ma la cosa più ributtante è stato leggere
      commenti di maschi che praticamente hanno giustificato il duo finocchiaro dandini.

      bisogna boicottare il programma !

      1. Se qualche simpaticona ti dice che non sai scherzare, tu dille questa:
        “Che differenza c’è tra andare con una donna in menopausa e andare con un gay?”
        “Entrambi non servono a niente nella riproduzione, ma al secondo non spetta mai il mantenimento!”
        🙂

        E vedi come si incazzano…
        E’ cattivella ma molto meno di “gli uomini sono tutti pezzi di merda”, infatti c’è ironia sulla legge e una semplice constatazione sull’inutilità riproduttiva, di fatto non dice niente di palesemente falso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: