Stop agli abusi. Ecco la strategia.

piano_strategico_aziendaleNel 2013, pochi anni dopo l’approvazione dell’art. 612 bis del Codice Penale, il cosiddetto “anti-stalking”, già molti abusi erano emersi, tanto da spingere alcuni ad aprire un blog che, come ha tentato finora di fare il nostro, raccogliesse testimonianze ed elaborasse una critica di quanto il legislatore aveva improvvidamente creato. Quel blog, per altro sostenuto da un’associazione in difesa dei diritti della donna (da noi inutilmente contattata di recente), aveva il merito, tra l’altro, di sottolineare un aspetto poco analizzato, e che noi recupereremo. Lo faremo in una pagina dedicata del nostro blog, che disegnerà con precisione l’identikit del vero stalker, e che sarà preliminare all’esposizione di una nostra proposta di modifica della legge.

Recupereremo dunque e andremo a fondo rispetto al tema della sindrome da falsa vittimizzazione, esaminando poi anche alcune altre tematiche imperniate su questioni psichiatriche o psicologiche. Il tutto sempre con un occhio attento alle numerose, e in molti casi cruciali, critiche elaborate dalla dottrina giurisprudenziale. Critiche che suggeriscono punti di snodo significativi per la messa in discussione della norma esistente e l’ideazione di un suo miglioramento.

Quel blog poi chiuse le proprie attività nel 2013 con una proposta: sottoporre la persona che presenta denuncia per stalking a una perizia psichiatrica, prima di dare avvio al procedimento, al fine di verificare che non si tratti di sindrome da falsa vittimizzazione, e dunque non stia ingigantendo o addirittura inventando eventi persecutori di cui pensa di essere stata vittima, approfittando di una legge che non prevede verifiche a suo carico, se non quando il procedimento penale è già partito, e l’accusato quindi è già messo nei guai. Sulla base di quell’idea, il blog propose poi una petizione on-line per la modifica dell’art. 612 bis nella direzione suggerita, ma naturalmente l’iniziativa fallì. A quel punto il blog venne abbandonato, mentre soprusi e abusi sono proseguiti e proseguono tuttora.

Recupereremo dunque, dopo l’ultimo capitolo dell’analisi critica dell’art. 612 bis (questo venerdì), quei contributi, a cui aggiungeremo le numerose altre letture e ricerche che abbiamo fatto, utilizzando studi e saggi italiani ed esteri. La prossima tappa sarà la definizione il più precisa possibile di chi e cosa sia uno stalker e chi e cosa sia una vittima di stalking. Cioè chiariremo chi sia la persona che tiene comportamenti persecutori, che andrebbero prevenuti e sanzionati dalla legge., ma anche chi sia la persona che dovrebbe venire difesa dalle persecuzioni. Definiti i soggetti attivi e passivi del reato di atti persecutori, sarà facile riconoscere chi non è uno stalker, e dunque debba essere difeso dagli abusi di chi non è realmente una vittima, e usa la legge attuale in modo manipolatorio.

Da questi passaggi nascerà la nostra proposta di attacco all’art. 612 bis, al fine di neutralizzarne gli effetti devastanti e la sostanziale inefficacia (e incostituzionalità), magari con dei correttivi apportati al lungo e vergognoso pregresso accumulato dal 2009 a oggi. Alla neutralizzazione seguirà una proposta per un nuovo e più mirato dispositivo, distante ma non troppo, sicuramente più realistica, di quella avanzata nel 2013 dal blog che abbiamo citato. La nostra sarà una proposta per una legge che protegga davvero le vittime delle persecuzioni, ma che contemporaneamente faccia il possibile per proteggere tutti dal subire abusi “a norma di legge”. Come dovrebbe fare, per altro, ogni legge equilibrata e giusta.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.