La deriva femminocentrica in Spagna

violenciaUna sottocommissione del Parlamento spagnolo ha licenziato ieri, firmato da tutte le forze politiche, una proposta di legge dove si stanzia la bellezza di un miliardo di euro per iniziative contro la violenza di genere. In attesa che il parlamento lo approvi, il fronte italiano di demonizzazione del maschio e a favore del femminocentrismo imperante si è gettato a pesce sulla notizia. In prima linea, naturalmente, il Corriere della Sera e il suo organo ufficiale di disinformazione, “La 27esima Ora“.

Al pari del Consiglio Regionale della Liguria (di cui abbiamo parlato) e di tutti gli organi legislativi alla ricerca di iniziative acchiappaconsenso, anche il Parlamento spagnolo si allinea alla deriva femminocentrica dilagante, appoggiandosi ai suoi 32 omicidi di donne, dall’inizio dell’anno a oggi. Ben inteso, per come è presentata, la proposta sembra sensata, imperniandosi sull’istruzione e l’educazione fin dai primi anni di scuola. Poi si va a vedere nel dettaglio ed emerge che la “lotta alla violenza di genere” viene interpretata dagli iberici a senso unico, come in Italia.

maestrabacchettateTra le misure previste, infatti, ce n’è una riguardante la “lotta alla violenza maschilista sin dalla scuola”. Ah ecco. E quella femminista o femminile no? Quella non esiste? Pare di no. Pare che la violenza di genere sia solo quella del maschio sulla femmina, e mai viceversa. Dunque le misure preventive si adeguano. E in Spagna accadrà quanto già accade in Italia, dove dirigenti scolastici donne minacciano gli allievi maschi di sanzioni disciplinari o danni alla valutazione del profitto, se si rifiutano di partecipare alle pantomime organizzate contro i “femminicidi” o la violenza di genere interpretata secondo parametri puramente femminili.

Storture fuori dalla realtà che passano lisce in Spagna così come nella redazione in malafede de “La 27esima Ora” e del Corriere della Sera. Viene in mente quel miliardo di euro stanziato e non si può non avere l’impressione di un’ulteriore buona occasione persa.

Un commento

  1. In verità, questa deriva nella Spagna attuale è MINORE di quella che vi fu nel periodo del grande terrore di Zapatero, quando le femministe portarono in legge una roba per la quale chiunque poteva finire letteralmente in galera se la donnista di turno si sentiva ‘minacciata’. Per referenze ti consiglio A Voice for Men, dove c’é un articolo.
    Quanto al fenomeno femminista in generale, saprai, penso che il problema non è solo italiano. In realtà la lobby delle nazifemministe è nata in USA da residuati del ’68 più avvocati rampanti, e poi è sbarcata in Scandinavia, dove oramai sono illegali anche le prostitute e i concorsi per Miss Svezia, in nome del gender, del sessismo e altra roba. E’ una cosa che si può ben chiamare Arma di Distrazione di Massa, ma utile al governo per far credere al bobbolo che ci si prende cura di lui.
    Come quando mettono obbligatori 10 vaccini e al contempo, tagliano di 4 mld la sanità pubblica. Perché ci vogliono bene.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.