Le donne sono inferiori anche nel farsi ammazzare

violenza-sulle-donne-566615.660x368Femminicidio, femminicidio, femminicidio… Una delle parole più di moda, da tempo, tra la gente e soprattutto nei media (d’altra parte la gente parla solo di ciò che i media le impongono come argomento). L’isteria sessista che dilaga nel nostro paese, se non in tutto l’Occidente, ha coniato questo concetto, della cui infondatezza abbiamo già parlato, che mediaticamente “buca” in modo straordinario. Interi siti o blog ci campano sopra, tipo il Corriere della Sera, come segnaliamo da tempo. E il tutto appoggiandosi ai numeri. Numeri spaventosi, raccapriccianti: “più di sessanta donne uccise da uomini dall’inizio dell’anno”. Orrore e raccapriccio!

Non si sa bene cosa entri nel conto dei femminicidi e cosa no. La madre uccisa dal figlio è femminicidio o no? Forse che una madre è meno “femmina”, da morta, di una fidanzata o moglie o ex moglie? Non si sa… il concetto varia a seconda delle convenienze di chi lo usa, di fatto. Chiaramente il concetto opposto non vale, non esiste, è proprio irricevibile: il maschicidio è roba che non buca, non fa notizia. La violenza sul maschio, lo stupro ai danni del maschio, la sua umiliazione e anche la sua soppressione suscitano, al massimo, vaghe ironie nella maggioranza dei casi, quando non sbocchi di soddisfazione quando a parlare è qualche femminista militante e revanscista.

separazione-e-figli-piccoli-640x320Insomma che per le donne si parla di “strage”, “olocausto” e termini simili. Stando ai media e alla narrazione diffusa, l’Italia è il paese più pericoloso al mondo per il gentil sesso. Peccato che i numeri dicano tutto il contrario, sia nel rapporto con altri paesi occidentali, ma soprattutto rispetto al numero dei maschi uccisi a causa delle donne. Dati 2016: le donne vittime di “femminicidio” sono state 116. Dilettanti… Gli uomini che si suicidano ogni anno come conseguenza alla separazione e all’allontanamento dei figli sono in media 200. Non separazioni consensuali, naturalmente, ma quelle conflittuali, molto più frequenti.

Tanti papà, a seguito della separazione da quella che fino a poco tempo prima era a tutti gli effetti la “regina della casa”, “l’angelo del focolare”, si trovano catapultati in una vera e propria guerra dove, in nove casi su dieci, ad aver la peggio saranno proprio loro. In tanti si ritrovano sul lastrico, senza casa, senza soldi e – progressivamente – persino distrutti dall’ex moglie.

Molte donne, approfittando del fatto che i figli vengono affidati prevalentemente alla figura materna, iniziano un’opera di demolizione e di denigrazione della figura paterna, fino a determinare un rifiuto del bambino di vedere il genitore.

doppio_suicidioCosì dice l’articolo linkato, che riporta a sua volta dati statistici tratti da rilevazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Sono questi “maschicidi”? Si tratta di morti indotte dal combinato disposto della crudeltà femminile associata alla miopia dei giudici, a sua volta indotta dall’inadeguatezza delle norme di legge, quindi il nuovo concetto potrebbe anche essere accettabile… In ogni caso, se è dai numeri che si deve trarre la rilevanza culturale e mediatica di un fatto, le donne che si fanno ammazzare dagli uomini sono molte meno degli uomini che si fanno ammazzare dalle donne. Ne devono fare di strada, dunque, per ottenere la parità, in questo campo, dove ancora, di fatto, sono inferiori. O meglio, vedendola all’inverso, onde non passare per sciocchi maschilisti, dovrebbero rendersi conto della loro assoluta superiorità nel riuscire a sopprimere gli uomini.

Basta con questo circo mediatico, signore e signori dei media. La strage, se c’è, è declinata al maschile, e non al femminile.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.