Rosa Nostra entra in caserma

Tutto nasce da una delle tante segnalazioni che ricevo ogni giorno. Mi arriva un messaggio con lo screenshot di un post di un avvocato di Foggia, tale Luigi Miranda. Vado a vedere e ciò che leggo mi fa suonare un’intera orchestra di campanelli d’allarme in testa, confermati dalle molte risposte polemiche che l’avvocato riceve, tanto da sentirsi costretto a bannare furiosamente e a chiudere la sezione commenti. Il post è questo:

30724195_10216980775178207_325063835293581312_n

Ho qualche amico ben informato a Foggia. Ne chiamo alcuni e, a essere del tutto onesti, nessuno ha parole di elogio per l’avvocato Miranda. Non posso riportare le informazioni che mi sono state date perché sono tutte un “si dice”, un “pare che”, e dunque andiamo oltre. Stiamo al post dell’avvocato. La prima cosa che mi ha colpito è che nella caserma San Lorenzo di Foggia ora le donne possono denunciare in una stanza apposita, assistite da professioniste e “in assoluta riservatezza”. Ma perché, prima le denunce le facevano in piazza? E se sei uomo, come viene ricevuta la denuncia? Annunciata per radio mentre ti tirano i pizzicotti? Mah, mistero. Poi arrivo alla parolina che mi lascia sospeso sulla sedia. Soroptimist.

Logo_Soroptimist_Int'lSembra il nome di un farmaco contro la depressione o di un eroe di qualche videogame apocalittico. Ammetto l’ignoranza, non sapevo cosa fosse. Ora lo so, e forse era meglio prima. Perché Soroptimist è il nome di un’organizzazione internazionale fondata molti decenni fa per la promozione e lo sviluppo della donna attraverso iniziative sociali, culturali e anche economiche mirate. Uno scopo nobile che, nella sua natura primigenia, si rifaceva nientemeno che ai grandi trattati delle Nazioni Unite. Una forma associativa che si struttura in “club” territoriali sparsi per tutto il mondo. Capito? Tutto il mondo, o voi uomini che non riuscite a mettervi d’accordo nemmeno su dove andare a mangiare la pizza… Di per sé non è che faccia impressione: associazioni come quella ce ne sono moltissime, impegnate nella promozione di questo o quell’aspetto della vita sociale e dei propri progetti. Ci sono Greenpeace, Amnesty International, il Club Builderberg o la Massoneria… Perché mai non dovrebbe esserci Soroptimist?

Una prima risposta viene da un ragionamento banale, che faccio partendo da una cosa piccola, ma a mio avviso significativa. Le informazioni che ho scritto prima, le ho prese da fonti non ufficiali. Perché? Perché sul sito ufficiale di Soroptimist non c’è una-parola-una su chi siano, come funzionino (c’è uno statuto? Come si finanziano? Come ci si associa?). Se si va sul sito del Grande Oriente d’Italia, si trova tutto. Un’operazione trasparenza che i massoni italiani, dopo i brutti pregressi degli anni scorsi, hanno deciso meritoriamente di promuovere, con franchezza e pure con orgoglio. Soroptimist no. Non so, sarò tignoso, ma trovo che non si parta benissimo se sul sito ufficiale non c’è il tipico “chi siamo” o una policy qualunque.

molestieminorenneTrovo però, ben pubblicizzate, le attività, le rassegne stampa, le news, i progetti, i bandi, le foto. E se si spulcia con attenzione si notano iniziative lodevoli: contro la ludopatia, contro la violenza sui più deboli, per la promozione della cultura o dello sport. Un trend superato con uno scivolamento graduale ma deciso verso un interessamento attivo riguardo alla violenza sulle donne. Quella cosa più falsa che vera, che l’avvocato Miranda definisce di “drammatica attualità” (le morti per tumore o sul lavoro sono una sciocchezza a confronto, in effetti…), e che porta tanta visibilità e tanti soldini. Soroptimist sembra essersi messa ben volentieri sulla scia dominante, date le opportunità che porta, e ha agito alla grande, come solo un’organizzazione di respiro internazionale sa fare.

E così, di fatto, un’associazione socio-culturale per sole donne e organizzata in “club”, da oggi, a partire da Foggia, entra nelle caserme delle Forze dell’Ordine, dove si trattano casi spesso gravi e dove alla mano sono sempre il Codice Penale e il Codice di Procedura Penale. Che c’azzecca Soroptimist, direbbe quello là? Le garanzie per denunciare serenamente un torto dovrebbero essere costituzionalmente garantite a tutti, uomini e donne. E a tutelare il rispetto dello Stato di Diritto stanno proprio, anche, le Forze dell’Ordine, senza che a impicciarsi arrivi un’associazione di scopo declinata secondo il genere. Per di più priva di ogni trasparenza su ciò che è e su come sta in piedi (ma in questo, è consorella di tutti i centri antiviolenza, quindi non ci stupiamo).

Iustitia_20127358originallarge-4-3-800-0-2-1996-1497-433x324Onestamente, non ci suonerebbe strano, insolito, non del tutto regolare, se il Rotary Club, Medici Senza Frontiere, il WWF o altri simili collaborassero ufficialmente coi Carabinieri, entrando nelle stanze delle denunce e chissà dove altro? Ci stupiremmo eccome e ci chiederemmo quale legge e quale emergenza giustifichi una forzatura del genere. Nessuna. Nell’esercizio della forza coercitiva e della distribuzione della giustizia, lo Stato deve essere da solo, con la sua organizzazione, che non può essere sottoposta ad alcun condizionamento o inquinamento, quand’anche fatto con le migliori intenzioni e sulla base di supposti sacrosanti principi.

E dunque, che ci fa Soroptimist nella caserma di San Lorenzo, a Foggia? Io ho una mia ipotesi, tratta dall’osservazione generale di ciò che sta accadendo da tempo nel Paese. Impregnati l’intera cultura dominante e i media, ora Rosa Nostra, allunga i suoi svariati tentacoli per l’ultima decisiva penetrazione: là dove risiedono le autorità preposte alla repressione e quelle incaricate di emettere giudizi. E’ un po’ il loro sogno, da qualche tempo: incominciare a far loro il lavoro di poliziotti e giudici. Per dire, guardate ieri com’era arrabbiato Telefono Rosa per una sentenza “troppo leggera” a carico di un uomo:

telrosa

Ci fossero loro, le cose andrebbero assai diversamente, cribbio! Altro che Stato di Diritto… E infatti eccole, con Soroptimist, direttamente in caserma. Anche per questo ormai ogni donna intenzionata a sporgere denuncia si porta appresso una rappresentante di un centro antiviolenza, e con la mossa di Soroptimist, se anche non la volesse, se la troverà comunque tra i piedi, ad ascoltarla e, chissà, magari pure a consigliarla, indirizzarla, condizionarla, mentre le Forze dell’Ordine staranno a guardare, ben contente che qualcuno gli smazzi il lavoro, sottorganico e oberate di pratiche come sono. Per soprammercato, se si riuscirà a innescare il tanto desiderato procedimento, le assistenti e consigliere, richieste o meno, si costituiranno parte civile, come già accaduto in più parti d’Italia, per vedere di arraffare un po’ del possibile risarcimento.

italiasprofonda_500Ora, io sono un estremista, si sa. Ma trovo iniziative come quelle di Foggia semplicemente anticostituzionali, dunque sovversive dello Stato di Diritto, sotto una molteplicità di aspetti. E invece oggi in Italia ci si può vantare sul giornale di aver dato a un cittadino una corsia e un trattamento preferenziali, con il coinvolgimento di un’organizzazione di parte e poco trasparente, solo perché appartenente al sesso femminile. Quello che, sulla base di statistiche che non esistono, è il più sottoposto a violenze, abusi e angherie assortite, e che per questo merita il privilegio. Un bel quadretto di paese, insomma… Quanto tempo serve per fare il passaporto?


bannerpromominiwp

2 commenti

  1. mi sembra tanto come quelle organizzazioni pro-life che si piazzano nei consultori per tormentare la malcapitata con il mantra della scralità della vita. Chissà qual’è il mantra dei Soroptism.

    Mi piace

  2. @@
    Quanto tempo serve per fare il passaporto?
    @@

    Sì, Davide, è vero ciò che dici, però scegli bene il Paese dove trasferirti, che per ovvi motivi non può essere occidentale né culturalmente occidentale (esempio: l’ Australia, che al riguardo non ha nulla da “invidiare” all’ Italia…).

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...