In video veritas – Giustizia per Fabio

La violenza di una donna su un ex marito e su due figli. La giustizia che dorme. E che quando si sveglia è strabica. Una storia vera. Una richiesta di mobilitazione.


varie_indagineuomo

https://www.sondaggio-online.com/s/7524a20

35 commenti

  1. Giuro, non ho avuto lo stomaco di proseguire la lettura quando mi sono imbattuto nel piccolo italo-egiziano (padre egiziano, non fatemelo sottolineare che si innesca un corto circuito) in quanto la responsabilità del tragico evento è da ricercarsi nelle istituzioni che hanno messo il piccolo nelle condizioni di essere ucciso in un luogo protetto e lasciato per quasi un’ora senza soccorso. Ned, punta il dito contro LE assistenti sociali (che se ne sono lavate le mani) e contro chi predica un’integrazione culturale impossibile da attuare.

    Mi piace

  2. per ora non leggo i commenti, mi limito a ribadire ciò che nel recente passato già suggerii, anche a Davide Stasi, la lotta si fa anche nelle piazze con iniziative d’effetto,sciopero della fame di gruppo, flash mob ed altro..banchetti permanenti…

    Mi piace

  3. certo, ripeto: chi giunge a una disperazione tale da non vedere altra soluzione che togliersi la vita che ha tutto il mio rispetto e la mia compassione quini pietà assoluta per il 32enne di Latina. Chi invece si porta con sè altre persone che volevano vivere, chi si porta con sè la donna che diceva di amare (ma che non amava in realtà perchè non si sarebbe comportato così), chi prima di suicidarsi uccide la madre dei suoi figli merita solo disprezzo, disprezzo assoluto per questa guardia giurata di Potenza, vorrei poter credere nell’aldilà per avere la cetezza che questo cosiddetto “uomo” sta bruciando all’inferno: https://www.basilicata24.it/2018/09/uccide-la-moglie-davanti-alla-scuola-del-figlio-si-suicida-omicidio-suicidio-cersosimo-58541/

    Mi piace

    1. Io faccio lo stesso augurio a tutte le donne che abusano di minori o di anziani, ogni volta che le inserisco nel conteggio infame… E pare siano parecchio di più degli uomini che uccidono le compagne e poi si suicidano. Così, giusto per dare una dimensione ai fenomeni di devianza sociale…

      Mi piace

  4. Sono capitata per caso su questo blog ma lo trovo molto interessante: dall’aggressività delle parole che leggo in buona parte dei commenti, si capisce perfettamente da dove parte la violenza che brutalmente colpisce, in ogni dove, bambini, donne… e anche molti uomini, naturalmente. Le donne non sono delle sante, lo so benissimo, così come non lo sono gli uomini… Del resto, veniamo al mondo proprio per perfezionare noi stessi, vita dopo vita. Mi dispiace moltissimo per il dolore che vedo e che sento intorno a me, non importa a quale genere (maschile, femminile, neutro) appartenga!

    Mi piace

    1. Grazie per il tuo commento, Simona. Ci tengo a specificare, in quanto autore e gestore del blog, che i commenti non rispecchiano le mie opinioni, ma di chi li scrive. Le mie opinioni sono espresse esclusivamente dai miei articoli. Ciao.

      Mi piace

    2. E’ vero. La natura umana è imperfetta e riguarda tutti, uomini e donne in uguale misura nessuno escluso. persino i grandi santi si reputavano grandi peccatori.
      Io non ammetto che si demonizzi il maschile, sempre comunque e si santifichi il femminile, sempre e comunque. Questo in estrema sintesi.

      Mi piace

  5. Se la magistratura protegge chi maltratta i minori, può trovare applicazione l’articolo 54 del codice penale: “Non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessità di salvare sé od altri dal pericolo attuale di un danno grave alla persona, pericolo da lui non volontariamente causato, né altrimenti evitabile, sempre che il fatto sia proporzionato al pericolo”.

    Mi piace

      1. quando una donna viene picchiata dal marito possessivo la risposta degli uomini come Anonimo è la seguente ” Bè che vuoi? Te lo sei scelta da sola quell’uomo! Potevi innamorarti di un brav’uomo! Ma a voi donne piacciono solo i pazzi delinquenti! Gli uomini violenti danno dei segnali di squilibrio ma tu non li hai visti perchèvoi donne siete accecate dagli ormoni”.
        Se fossi cattivo direi a Fabio la stessa cosa (“nessuno ti ha obbligato a fare dei figli con una possessiva violenta scriteriata! Te la sei scelta da solo questa donna, non hai visto ce c’erano dei segnali? Non li hai visti perchè eri accecato dal testosterone”) ma non lo farò perchè so benissimo (mentre quelli che ragionano come Anonimo fingono di non saperlo) che innamorarsi della persona sbagliata non è una colpa, perchè le persone violente noin ce l’hanno scritto in fronte

        X Stasi
        ti sbagli, è pieno di donne che denunciano la violenza del marito e le cui denunce vengono sottovalutate e ignorate e spesso queste donne vengono uccise perchè non sono state ascoltate o perchè hanno erroneamente ritirato la denuncia, quindi Fabio è stato trattato nello stesso identico modo di una donna che denuncia violenza

        Mi piace

        1. Sull’ultima parte ti ho già risposto su YouTube. Là non posso, qui che sono a casa mia sì. Al commento aggiungerei volentieri anche: “coglione”. Chi commenta queste cose come te fa schifo. Semplicemente schifo.

          Mi piace

            1. Per due motivi: i media mainstream ne hanno parlato ampiamente (ci mancherebbe, se c’è da demonizzare un uomo, ci si buttano a pesce…), mentre della vicenda di Fabio (e di tanti altri che ho in serbo) non parla NESSUNO. Secondo perché un padre che uccide un figlio è un’eccezione assoluta. Di solito sono le madri a farlo. Datti un’occhiata al conteggio infame se non ne sei convinto.

              Mi piace

              1. “se c’è da demonizzare un uomo” quest’uomo nello specifico ha ucciso il figlio piccolo (oggi in Toscana un altro tizio ha ammazzato il figliolletto neonato, ma non demonizziamo neanche lui), se non è “demonizzabile” questo..

                Mi piace

          1. Questo Ned Deve essere un “certo” Paolo S. , un mangina incallito femministaiolo donnista pro-donne a prescindere, presente in tutti i blog, pagine facebook e commentari vari, presenzialista incallito difensore dell’indifendibile. Un solo augurio a gente come lui, che possano sperimentare la misandria, l’indifferenza, l’abbandono e il dileggio sulla propria pelle, ma forse, da maschiopentiti masochisti, ci godrennero pure.

            Mi piace

            1. alcune femministe mi detestano quasi quanto voi perchè dissento da loro su certi temi come la presunta “oggettificazione sessuale” o quando tirano in ballo quella cavolata assurda del “bechdel test” quando dcono che la depilazione è schiavitù, e le critico quando qualcuna di loro (poche a dire il vero) sostiene che ogni uomo è un violento o che ogni capito è uno stupro (cavolate universali). Però lo ammetto c’è una differenza: dissento dalle femministe su alcune cose, dagli anti-femministi dissento su quasi tutto

              Mi piace

        2. Per completezza, questa la mia risposta su YouTube: “Sì. Le donne presentano circa 40 mila denunce all’anno (dati Ministero dell’Interno). E non sono affatto poche. Il 90% di esse finisce archiviato o in assoluzione (dati Ministero della Giustizia), essendo in gran parte destituite di fondamento, strumentali o false. E’ colpa di queste che le vere vittime di violenza non vengono credute. Al contrario le denunce maschili vengono sottovalutate sistematicamente, o peggio derise. Se questo ti dà soddisfazione, in una forma molto malata di vendetta, be’, buon per te. Io credo che le false vittime andrebbero stroncate e quelle vere tutelate, donne e uomini. Ma la versione che passa, anche grazie a opinioni come le tue, è che le vittime siano solo donne”. Roba che già sai.
          Un warning: continua a esprimere opinioni così sgradevoli e sarai il secondo che banno dal blog negli ultimi due anni e mezzo.

          Mi piace

        3. Non ce l’hanno scritto in fronte ma frequentandole uno si accorge dei loro squilibri, anche fossero attori o attrici consumate. Ma questo non c’entra un tubo, qui si vuole dimostrare che al giorno d’oggi sono le donne che provocano e portano all’esasperazione gli uomini, purtroppo fino a tramutarli in assassini in alcuni casi, non sempre. Mentre è rarissimo che un uomo si diverta a provocare una donna senza motivo fino a portarla all’esasperazione coi suoi continui capricci e/o smanie di comando perchè si reputa superiore. Lo capisci questo? No non lo capisci, tu un po’ ci sei e un po’ ci fai.
          Ah, volevo dirti che anch’io detesto moltissimi uomini, che me ne hanno fatte di cotte e di crude, ma non per questo odio il mio genere, anche perchè ci sono moltissimi uomini che sono brave persone e alcuni mi hanno anche fatto del bene, anche in maniera disinteressata.
          Non posso dire altrettanto delle donne (a parte quelle della mia cerchia familiare), perchè sono tutte arriviste e si reputano tutte padreterne scese in terra, per il solo fatto di avere un buco puzzolente in mezzo alle gambe. Basta osservarle quando camminano per strada per accorgersi della loro infinita superbia, cosa che non vedo in nessun uomo, E stai pur tranquillo che se ci fosse una qualche donna meritevole sarei il primo a riconoscerlo, non mi manca l’obiettivita caro il mio misandrico

          Mi piace

          1. “al giorno d’oggi sono le donne che provocano e portano all’esasperazione gli uomini, purtroppo fino a tramutarli in assassini in alcuni casi, non sempre”

            almeno hai avuto la decenza di scrivere quel “non sempre”..troppa grazia, eh! Ma è fin troppo chiaro che per te le donne uccise da ex mariti o ex conviventi se la sono cercata nella maggioranza dei casi. credi che il tizio che ha ucciso il figlio di un anno durante un litigio con la compagna fosse stato “esasperato” dalla donnaccia cattiva?

            “Non posso dire altrettanto delle donne (a parte quelle della mia cerchia familiare)”

            ecco il classico “tutte puttane tranne mia madre e mia sorella”, un’idea modernissima, potresti convertirti all’islam, ti troveresti bene

            “Basta osservarle quando camminano per strada per accorgersi della loro infinita superbia”

            ma magari anche osservando la forma del loro cranio, che ne dici? Ci mancava Cesare Lombroso applicato alle camminate.

            Mi piace

            1. 1) Si ne sono convinto nella maniera più assoluta, perchè approfondisco e leggo e ho frequentato e frequento uomini e donne in maniera imparziale
              2) Ti ha già risposto Davide
              3) Nella mia cerchia familiare si sono sempre comportate bene, in caso contrario lo avrei detto senza problemi
              4) Consiglio a te la conversione all’Islam, hai visto mai che qualcosa inizi a capirla.
              5) A buon intenditor nessuna parola

              Mi piace

        4. No, la diffrenza è che per le donne vittime di abusi si mobilitano media ed istituzioni, nonché centri antiviolenza pubblicamente finziati, ed i pochi casi di scemi isolati che dicono “se l’é andata a cercare” vengonono ricoperti di insulti. Per gli uomini vale esattamente l’opposto, e non solo nella testa bacata di gente come te, ma proprio a livello fattuale; quando un uomo è vittima di violenza si è sempre pronti a minimizzare, a silenziare e a dire che in fondo la donna che lo ammazzato si è solo difesa, quella che lo stalkerizza, acidifica, evira ha subito stress ed ha dei problemi, quella che falsamente accusa di stupro pazienza, una tirata d’orecchi e non farlo più. La tua disonesà intellettuale e la tua misandria sono disdicevoli, ti auguro solo il peggio dalla vita.

          Mi piace

            1. io invece nutro solo rispetto per una persona che si toglie la vita senza portare coniuge e/o figli con sè. La fine di un matrimonio è come un lutto e bisognerebbe attivare un servizio di assistenza psicologica per le persone che hanno subito questo lutto. Sicuramente non bisogna punire la persona che ha deciso di separarsi come è suo diritto

              Mi piace

              1. Nel diritto di questa persona è contemplata anche l’accusa strumentale, l’assegno di mantenimento, la casa e figli portati via, il ridurti a dormire nei cartoni ? Questa è induzione al suicidio, e col tuo osceno rispetto per chi si toglie la vita puoi sciacquarti quel buco da dove scrivi

                Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.