“Doppia Difesa”: sotto il vestito, niente.

DD-layout3Se il mio avvocato sapesse che sto per scrivere questo articolo probabilmente mi farebbe internare prima di mettere le mani sulla tastiera (o forse si fregherebbe lui le sue pensando alle future parcelle…). Sì perché sto per parlare di un soggetto gestito da personcine dalla querela facile, oltre che piuttosto note: la fondazione “Doppia difesa” e le sue promotrici, l’Avvocato Giulia Bongiorno (sì, quella che ha fatto assolvere Andreotti e che auspica su Twitter leggi repressive contro il maschio) e la showgirl Michelle Huntziker (sì, quella che per anni si è fatta manovrare da un’organizzazione di paragnosti o giù di lì…). Una coppia d’acciaio, che insieme ha dato vita a questa fondazione mirante, ovviamente, ad aiutare le donne vittime di violenza.

Ma allora perché “doppia” difesa? Sulla carta si dovrebbero occupare anche di violenze subite dagli uomini, ma numerose testimonianze dicono che se è un maschietto a chiamare, gli viene dato il due di picche. Sempre che qualcuno risponda. Ed è lì che casca l’asino. Sì, perché la giornalista Selvaggia Lucarelli ha fatto un bel po’ di tentativi di mettersi in contatto con la fondazione, ma senza mai ricevere alcuna risposta: telefoni, email, avvocati associati… niente, nisba, zero. Allora, si è detta Lucarelli, tutte le donne che non riescono ad avere riscontri da Doppia difesa, e che per questo hanno postato moltissimi improperi e proteste sul profilo della fondazione, hanno ragione. Ovviamente su questa cosa ha scritto un articolo al fulmicotone sul Fatto Quotidiano. Reazione immediata: Doppia difesa ha riattivato tutte le linee e ora risponde. E come prima risposta ha minacciato querela contro il Fatto Quotidiano e la stessa Lucarelli.

selvaggia-lucarelliAl di là dell’utilizzo repressivo della querela, uno dei tanti impropri che verrebbero stroncati se si mettesse in atto quanto viene proposto nel Patto per l’equità e la giustizia, sorprende che due tra le più appassionate sostenitrici del “denunciate subito”, “chiedete subito aiuto”, mettano in piedi un’organizzazione che non risponde subito. Ma che con subitanea prontezza investe in spot, foto patinate e richieste di contributi, oltre quelli che presumibilmente ottiene dallo Stato, come tutte le associazioni antiviolenza e simili. In un post su Facebook Lucarelli presenta il suo articolo e nell’auspicare maggiore chiarezza nella gestione di organizzazioni del genere, conclude dicendo:

Perché poi vengono dei dubbi e sono dubbi poco edificanti. Dubbi che ci sia molto fumo e poco arrosto”.

Ha ragione da vendere. Ma, è bene precisarlo, come da tempo sostengo in questo blog, le proporzioni tra fumo e arrosto cambiano a seconda del punto di vista da cui si guarda la questione. L’arrosto è molto e il fumo è solo quello che si diffonde all’esterno se si guarda dal punto di vista di chi apre e gestisce questo tipo di realtà. Viceversa chi sta dall’altra parte è circondato dal fumo, e quando trova qualcosa al massimo è un carboncino d’arrosto. Che in genere chiede soldi. Il che, a ben guardare, non è nemmeno quel problema pazzesco o sorprendente: di Dottor Dulcamara la storia umana è piena. Ed è normale che molti ci credano, con tutto il battage che se ne fa. Il vero problema è che il meccanismo opera sulla pelle di persone (uomini e donne) spesso in situazioni critiche, difficili, quando non tragiche. Ed è questo a rendere tutt’altro che edificante questo tipo di realtà, oltre ai più che leciti dubbi di Selvaggia Lucarelli.

bannerpromo

2 commenti

  1. Penso di votare Lega, ma Salvini ha proposto di mettere come ministro della giustizia questa Bongiorno che scrive di voler fare «leggi spudoratamente a favore delle donne»: follia femminista anti-costituzionale. Chiaramente è indegna di ricoprire quel ruolo.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.