Categoria: Analisi art. 612 bis

Home Analisi art. 612 bis
Appello urgente al CSM: fermate il giudice Fabio Roia
Articolo

Appello urgente al CSM: fermate il giudice Fabio Roia

E’ noto come “il giudice dell’antiviolenza”. Scrive libri sul “femminicidio”, partecipa a convegni organizzati dalla galassia rosa che la fa da padrone nel nostro paese, e naturalmente si è detto contrario contro qualunque riforma di separazioni e affidi. Si chiama Fabio Roia e opera presso il Tribunale di Milano. Al di là delle sue idee,...

Articolo

Ma questa legge anti-stalking serve a qualcosa?

E’ su tutti i quotidiani la tragica vicenda della dottoressa di Teramo uccisa a coltellate nel parcheggio dell’ospedale dove lavorava. L’omicida, con buona probabilità, è un uomo che lei aveva denunciato due volte per atti persecutori (art. 612 bis del Codice Penale), e che il giorno dopo è stato trovato impiccato. I media stanno confermando...

Articolo

Art. 612 bis – Analisi critica (10)

Arriviamo oggi all’ultimo “capitolo” dell’analisi critica dell’Art. 612 bis, il cosiddetto “anti-stalking”, affrontando l’ultimo aspetto rimasto ancora da approfondire: la costituzionalità di tale legge. Come premessa: ogni legge dello Stato deve rispettare determinati principi stabiliti dalla Costituzione. Se un giudice ha il dubbio che una legge la cui applicazione è chiamato ad applicare sia incostituzionale,...

Articolo

Art. 612 bis – Analisi critica (9)

Giungiamo oggi al nono e penultimo capitolo della nostra approfondita disamina dell’Art. 612 bis del Codice Penale, il cosiddetto “anti-stalking”. Qui prenderemo in esame, dopo avervi fatto cenno di tanto in tanto negli articoli precedenti, tutta la giurisprudenza in qualche modo significativa emanata fino ad oggi sulla materia, ovvero l’esito di istanze al terzo grado...

Articolo

Art. 612 bis – Analisi critica (8)

Come affrontare una denuncia o un processo per stalking? Quello che ci interessa è rispondere a questa domanda non nell’ipotesi in cui l’accusato sia effettivamente colpevole. In quel caso sarà compito dell’avvocato difensore cercare di ottenere il risultato per cui è stato incaricato. Il nostro interesse è diretto più che altro ai casi frequentissimi in...

Articolo

La legge anti-stalking non è incostituzionale. Per ora.

Nel corso delle nostre disamine della legge, delle sue anomalie e degli abusi a cui si è prestata a partire dalla sua approvazione, più volte abbiamo sollevato il dubbio, argomentandolo debitamente, che l’art. 612 bis sia incostituzionale o semplicemente illegittimo. Per questo ne abbiamo auspicato un’abolizione netta, e una sostituzione con una norma che tenga...

Articolo

Art. 612 bis – Analisi critica (7)

L’ultima volta che abbiamo parlato dell’art. 612 bis abbiamo trattato l’argomento dell’ammonimento, ossia quel provvedimento con cui la Questura richiama il presunto persecutore a una condotta conforme alla legge. Lo fa presumendo che l’ammonito stia tenendo una condotta difforme dalla legge, naturalmente. Ma è, per l’appunto, una presunzione. Mentre una multa per divieto di sosta,...

Articolo

Art. 612 bis – Analisi critica (6.2)

Nella pratica: il reato di stalking si considera “progressivo”. Ovvero è tale, tra l’altro, se si concretizza in una escalation di atti. In genere inizia timidamente, per poi degenerare in un crescendo ossessivo. All’inizio quindi, può non essere di grandissima rilevanza penale. Ed è in quel momento che andrebbe fermato. Per andare incontro a questa...

Articolo

Art. 612 bis – Analisi critica (6.1)

Eccoci all’appuntamento di analisi della legge “anti-stalking”. Questo capitolo sarà particolarmente lungo, quindi abbiamo deciso di dividerlo in due post distinti. Uno verrà pubblicato oggi e il seguito domattina. Ogni legge, solitamente, non basta da sola ad ottenere i risultati per cui è stata concepita. Essa deve venire applicata. E i termini dell’applicazione di una...

Articolo

Art. 612 bis – Analisi critica (5)

Proseguiamo l’analisi critica dell’art. 612 bis, il cosiddetto “Anti-stalking”, recuperando la seconda parte del quarto e ultimo comma, che recita: “La querela è comunque irrevocabile se il fatto è stato commesso mediante minacce reiterate nei modi di cui all’articolo 612, secondo comma. Si procede tuttavia d’ufficio se il fatto è commesso nei confronti di un minore...

Articolo

Art. 612 bis – Analisi critica (4)

Riprendiamo l’esame dell’art.612 bis. La parte che analizzeremo oggi è il terzo comma (capoverso) e l’inizio del quarto. “La pena è aumentata fino alla metà se il fatto è commesso a danno di un minore, di una donna in stato di gravidanza o di una persona con disabilità di cui all’articolo 3 della legge 5 febbraio...

Articolo

Art. 612 bis – Analisi critica (3)

Proseguiamo con il secondo comma dell’articolo, che dispone quanto segue: “La pena è aumentata se il fatto è commesso dal coniuge, anche separato o divorziato, o da persona che è o è stata legata da relazione affettiva alla persona offesa ovvero se il fatto è commesso attraverso strumenti informatici o telematici”. Dunque si prevede, nella...

Articolo

Art. 612 bis – Analisi critica (2)

Proseguiamo nella disamina dell’art.612 bis del Codice Penale, relativo al reato di “Stalking”. Il primo comma dice: “Salvo che il fatto costituisca più grave reato, è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni chiunque, con condotte reiterate, minaccia o molesta taluno in modo da cagionare un perdurante e grave stato di ansia...

Articolo

Art. 612 bis – Analisi critica (1)

A partire da oggi, proveremo a fare qualcosa di abbastanza complesso: analizzare la legge sullo stalking, che noi definiamo sbagliata e anomala. Ci vogliamo provare sperando che anche solo un 1% di chi legge riesca a seguire il discorso con mente aperta, senso critico e senza pregiudizi. Ci vorrà un miracolo, perché le convinzioni, specie...