Art. 612 bis – Analisi critica (1)

Home Analisi art. 612 bis Art. 612 bis – Analisi critica (1)

metallica-justice-tonesA partire da oggi, proveremo a fare qualcosa di abbastanza complesso: analizzare la legge sullo stalking, che noi definiamo sbagliata e anomala. Ci vogliamo provare sperando che anche solo un 1% di chi legge riesca a seguire il discorso con mente aperta, senso critico e senza pregiudizi. Ci vorrà un miracolo, perché le convinzioni, specie quelle sbagliate, sono dure da sradicare, ma vogliamo essere ottimisti.

Dunque iniziamo con alcune premesse fondamentali.

1) Non esiste una legge specifica contro lo stalking. Esiste un articolo, inserito nel Codice Penale nel 2009, per l’esattezza l’art.612 bis.
2) Le leggi le fa il Parlamento (dunque i politici, e si deve tenere conto che l’interesse dei politici non è il bene della comunità e tanto meno la giustizia, ma la loro rielezione, la ribalta, il consenso). I giudici sono chiamati ad applicare le leggi. Nel farlo, hanno margini di “interpretazione”. Se qualcosa non gli torna, la questione viene posta “più in alto”, fino alla parola finale data in genere dalla Corte di Cassazione o, per casi specifici, dalla Corte Costituzionale. Tali interpretazioni, quando diventano comuni, fanno “giurisprudenza”, ossia diventano una sorta di regola, valida quanto la legge stessa, anche se la interpretano in modo un po’ diverso.

L’articolo 612 bis va dunque letto e compreso per ciò che dice, per come viene applicato, ma anche per la “giurisprudenza” che si è affermata nel corso del tempo.


Detto questo, per ora ci limitiamo alla primissima frase dell’articolo:

“Salvo che il fatto costituisca più grave reato…”.

Cosa vuol dire? Questa espressione si chiama in termini giuridici “clausola di salvezza”. In pratica vuol dire che il reato di stalking ha un peso meno importante rispetto ad altri reati più gravi, come già ad esempio quello di minaccia (art. 612 Codice Penale), che pure è uno degli “ingredienti” dell’art.612 bis.
Questa frase sembra voler suggerire che l’art. 612 bis è stato introdotto per dare una definizione unica al caso in cui si verifichino in modo più o meno contemporaneo altri due reati già da tempo definiti dal Codice. Di base si tratta di questo, anche se l’articolo, nel prosieguo, aggiunge alcune cose ai due reati già esistenti. E sono quelle aggiunte, ma anche le molte omissioni (di cui parleremo), a determinare le numerose anomalie e le strumentalizzazioni a cui questa norma si presta.
Ciò che importa segnalare oggi è che, nella pratica, la clausola di salvezza messa lì all’inizio, ammette la sostanziale scarsa utilità, se non mediatica ed “elettorale”, dell’articolo che segue. Quello che diremo successivamente ne sarà la prova.

Fondo di Protezione Legale

Contribuisci a sostenere le spese legali di questo blog

Il tuo contributo verrà usato per combattere i tentativi di censura attraverso querele e denunce.

Modifica liberamente la cifra che vuoi donare

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Per fare una donazione tramite bonifico fai riferimento a questi dati:

    1. IBAN: IT67X0617501401000002421780
    2. SWIFT (per bonifici dall'estero): CRGEITGG
    3. Intestato a: Davide Stasi
    4. Causale: donazione Fondo Dotazione Legale

GRAZIE!

STALKER SARAI TU

Totale Donazione: €20,00


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale di “Stalker sarai tu”:


 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: