STALKER SARAI TU

14 thoughts on “Angelo, smettila di scusarti e riattacca il cartello

  1. Le dichiarazioni dello psicologo sono deliranti: “in quel cartello…..c’è una forma di violenza così sottile da diventare uno stupro lento e continuato”.
    Forse ha bisogno lui di un buon psicologo.

  2. Donne che dovrebbeo bere gratis per il solo fatto di avere e mostrare delle zinne, il solito privilegio sessuale reiterato anche in un ‘iniziativa idiota come questa. Ben gli sta, anche se le motivazioni sono all’opposto

  3. Certo che, per raddoppiare veramente il divertimento al Bar, il signor Angelo avrebbe potuto affiggere lo stesso cartello ma in salsa maschile. Eppure non ci ha pensato…

    1. In un bar gestito da omosessuali lo possono fare tranquillamente.

      Probabilmente a lui, che non vive nella distopia che il pd ci vuole ammannire a tutti i costi, continuano a piacere le donne… i fatti dimostrano che sbaglia e dovrebbe “convertirsi” ma cosa vuoi non tutti ci hanno pensato come te.

        1. I gay maschi sono maschi, e quindi hanno un’attitudine positiva verso il sesso, è impossibile che si offendano, al massimo puoi beccare persone riservate che si imbarazzano ma non esiste il gay che si bette a berciare che si sente offeso dai riferimenti al sesso.
          Dirsi offese dal sesso è un’attitudine esclusivamente femminile, è una delle rarissime particolarità tipicamente femminili.
          E, tra le donne offese dai riferimenti al sesso, quelle brutte e/o con problemi sessuali sono in netta maggioranza.

    2. Non ci ha pensato perché nessuna donna offre mai niente agli uomini e perché nessun uomo mostra il pene per farsi offrire qualcosa da una donna.

      Molte donne invece usano eccome il proprio corpo a questo scopo, ed è questo che vi rode: che il cartello stia lì a ricordarlo.

      1. Certo che se bastano un paio di zinne ed un bel corpicino ad un uomo per imambolarsi e tirare fuori il portafogli…stiamo messi proprio male.

        1. Siete messe bene, invece.
          Tranne quelle che le zinne e il corpo non ce li hanno adeguati: essendo quello l’unico vero potere femminile, non avere quello deve essere terribilmente frustrante.

          Adesso facciamo un esperimento: aprire google e cercare foto di femministe che protestano nude o semi-nude.
          Notato qualcosa?
          Si, sono tutte giovani, niente vecchie né particolarmente brutte.

          Si, lo sanno anche le femministe che quello è il loro unico potere, e questa è la conferma: per questo a protestare nude non ci sono mai vecchie né cessi.

          1. Ma lui è un uomo evoluto.
            La notte si sogna Dacia Maraini mica Belen.
            Ma quante balle si raccontato certi maschietti…

        2. Ma sai…

          Ci sono quelli che offrono da bere solo per essere carini.

          Poi ci sono quelli (come te) che partono lancia in resta in difesa della fantomatica dignità della Donna, sperando allo stesso modo di raccogliere le briciole.

          Chi stia messo peggio non saprei dire, ma sempre una storia di zinne al vento è.

          Tu dicevi che al contrario fa ridere uguale e che il barista non ci ha pensato dimostrando così il suo maschilismo (e quello di tutta la società, una catastrofe umanitaria).

          Il solito canovaccio dei femministi.

          Io dico che un uomo che mostrasse il pene in pubblico per un drink gratis finirebbe in galera.

          Ma prova a farlo tu, magari ti riesce, poi ci facciamo quattro risate insieme.

          Dai… fallo! ????

      2. Molte donne, e tutte le femministe: vedere foto di proteste di femministe che si denudano, tutte quelle che vuoi, noterai che non ci sono mai né vecchie né donne decisamente molto brutte. Quelle manifestano unicamente vestite.

    3. Perché mai?
      Capisco che noi uomini dobbiamo are tutto, in quanto noi siamo il tutto, sia il Bene che il Male, e le donne sono il Nulla A Rimorchio, però sarebbe carino che ogni tanto facessero qualcosa anche le donne no?

      Facciamo così: noi mettiamo i cartelli sulle donne, e le donne mettono quelli sugli uomini.
      E vediamo chi lo fa simpatico e chi lo fa pieno di odio e di separatismo…fare il confronto è semplice: basta scambiare mentalmente uomini e donne nel cartello.

      Quello di Angelo non è offensivo per nulla: infatti una donna che chiedesse le suddette cose a un cliente uomo sarebbe divertente e benvoluta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: