STALKER SARAI TU

Con Feltrinelli non è finita: oggi il volantinaggio

Questo blog ha interrotto le pubblicazioni il 14/09/2020, dopo 4 anni di attività.

Le sue tematiche sono ora sviluppate da una nuova piattaforma:

LA FIONDA

https://www.lafionda.com

<

feltrinelliIeri siamo riusciti a fare massa critica. Secondo le mie stime circa in cinquantamila tra messaggi sui social e via email ci siamo manifestati contro la catena di librerie Feltrinelli e l’esposizione del loro sconcertante cartello anti-papà. Nel giro di un’ora il banner è stato rimosso dal sito internet della casa editrice, sostituito da uno più consono. Qualcuno ancora vede la vecchia versione su mobile, ma è a causa della memoria cache: una volta ripulita appare il nuovo banner. Che non si sia trattato di una falsa notizia è stato accertato anche dal noto sito “Bufale.net“, dunque sì: una casa editrice e la sua catena di librerie ha osato l’inosabile, ossia cercare di fare pessima politica invece del suo mestiere, ovvero la buona editoria. E noi, tutti insieme, senza distinzioni tra associazioni o credo politico, li abbiamo immediatamente placcati.

Dobbiamo essere fieri di questo, ma va detto che non è finita qui. Se sul web il banner è scomparso, ma ancora non è chiaro se rimane esposto in qualche punto vendita. Inoltre mancano ancora una spiegazione di come diavolo sia venuto in mente a Feltrinelli un banner del genere e circostanziate scuse conseguenti. Io ho controllato nella mia città (Genova) e il banner nel negozio non c’è. Oggi ogni uomo, ogni famiglia, ogni associazione, dovrebbe prendersi oggi cinque minuti di tempo e andare a verificare sul campo se nel punto vendita Feltrinelli più vicino quel banner c’è ancora. Se sì, vi metto a disposizione un volantino qui, da stampare e consegnare educatamente al direttore del punto vendita, chiedendogli di rimuovere il cartello. Niente casino, niente urla o comportamenti beceri: non siamo #nonunadimeno. Basta una richiesta cortese ma ferma, facendo presente che dell’eventuale rifiuto verrà dato conto in rete. Prendo impegno a pubblicare l’elenco dei punti vendita che si sono opposti alla rimozione. Non sarebbe male fare una ripresa video della rimozione: pubblicherò qui ogni contributo filmato che verrà fatto.

Quanto alla spiegazione e alle scuse, ritengo che la massa che si è mossa ieri dovrebbe muoversi anche oggi, inviando questo testo, che io ho appena inviato, con oggetto “richiesta scuse”, alle email comunicazione@lafeltrinelli.itufficio.stampa@feltrinelli.it:

“Prendendo atto della doverosa rimozione dal web del vostro banner offensivo verso i padri, con la presente sono a esigere una spiegazione dei motivi della creazione ed esposizione di tale banner, ma soprattutto esigo che vengano diffuse pubbliche scuse. Rispetto per i papà e gli uomini d’Italia”.

Invece di manifestare la vostra esistenza postando inutili auguri ai papà sui social, festeggiate la ricorrenza di oggi agendo nella realtà, che è ben più utile. Avanti, amici miei, oggi come ieri. Questi sono solo i primi segnali di una guerra feroce che sta per scoppiare su questi temi. Mostriamo a chi di dovere che il nostro fronte c’è, schierato, pronto e agguerrito.

Questo articolo è il frutto del lavoro volontario e gratuito dell’autore. Se vuoi aiutarlo contribuendo al mantenimento del blog e alla diffusione dei suoi contenuti, fai una donazione tramite bonifico o PayPal. Grazie!


IBAN: IT12D0617501410000001392680


Per essere sempre aggiornato sui nuovi articoli, iscriviti alla newsletter di “Stalker sarai tu”:

Loading

footer_sst

5 thoughts on “Con Feltrinelli non è finita: oggi il volantinaggio

  1. Ottima iniziativa, continuiamo così.
    Le mail, entrambe, le ho già inviate ieri e comunque non comprerò mai più da Feltrinelli: chi mi odia non avrà i miei soldi, semplicemente.

    Nel frattempo, proviamo anche ad evidenziare quanto sono realmente profondi i doppi standard:

    “Perché gli uomini non pedofili sono considerati più pedofili delle donne pedofile?”

    https://theindependentmanitaly.wordpress.com/2019/03/19/perche-gli-uomini-non-pedofili-sono-considerati-piu-pedofili-delle-donne-pedofile/

  2. All’amministratore delegato di Feltrinelli
    Mi sento pesantemente discriminato come padre, uomo, ed essere umano dal manifesto da poi pubblicato pochi giorni fa nella libreria Feltrinelli di Parma.
    Il manifesto esprime una condizione di condizionamento e sfruttamento dei minori, insegnando una scelta ed una opposizione che non e’ nella loro natura.
    Con la presente ne chiedo l’immediato ritiro.
    Chiedo inoltre che venga immediatamente effettuata una campagna di scuse su un primari quotidiani nazionali.
    Questo vostro becero sfruttamento dei minori deve immediatamente cessare

  3. fatto, suggerisco di tempestarli di mail fino a quando non verranno rimossi ( in tal modo anche noi papa’ che non riusciamo, per qualsiasi motivo, a partecipare alla distribuzione dei volantini ) possiamo dare unamano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: