STALKER SARAI TU

Contro la riforma Pillon solo urla e risate

Questo blog ha interrotto le pubblicazioni il 14/09/2020, dopo 4 anni di attività.

Le sue tematiche sono ora sviluppate da una nuova piattaforma:

LA FIONDA

https://www.lafionda.com

<

Mi sono già soffermato nel recente passato sul livello di oppositori e oppositrici del Disegno di Legge 735 elaborato dal Senatore Pillon al fine di riformare la disciplina di separazioni e affidi. Livello infimo, che più infimo non si può, sia quando si tratta di articoli sui mass media, ma anche in presenza. Lo si è visto bene al convegno organizzato al Senato, dove il Senatore Pillon, con la pazienza di un santo, cercava di spiegare i punti concreti della sua proposta, mentre il pubblico, tutto femminile, una claque guidata dalla PD Valeria Fedeli, rumoreggiava, commentava a voce alta e a più riprese rideva sguaiatamente, irrispettosa anche della moderatrice del convegno. Obiettivo di tutto quel bailamme non era contestare nel merito la proposta Pillon: impossibile, non perché la proposta sia sacrosanta al cento per cento, ma per assenza totale di argomenti, oltre che di cervello e di modi, nelle controparti. E’ opposizione di principio, non di merito, dunque prevale la volontà di far rumore, di arrecare disturbo, di non permettere il ragionamento. Prevale un atteggiamento fascista, insomma. E sa solo il cielo cosa attende il Senatore nelle interminabili audizioni che ha programmato, pensate a bella posta per insabbiare tutto. Dovrà dar fondo a tutta la sua pazienza. Perché gli obiettivi delle sue controparti non hanno nulla a che fare con la tutela dei minori e tutto a che fare con la preservazioni di privilegi, interessi e business.

Ti piace questo articolo? Supporta questo blog con una donazione. Grazie!


Per essere sempre aggiornato sui nuovi articoli, iscriviti alla newsletter di “Stalker sarai tu”:
Loading

footer_sst

3 thoughts on “Contro la riforma Pillon solo urla e risate

  1. la mia proposta è di mettere un meme contro i danni da Alienazione Genitoriale, ad esempio una foto,
    in tutte le bacheche facebook il giorno 25 novembre.

    contro la manipolazione dei bimbi nelle separazioni; che lo faccia una donna o un uomo,
    per me resta uguale il danno e l’illecito.

  2. Secondo me bisogna diffondere il più possibile la verità che chi non vuole il ddl pillon è una casta parassitaria a cui interessano solo i soldi degli ex mariti e il possedere i figli come se fossero oggetti costosi .

  3. Infatti, quel tipo di opposizione (Fedeli, un nome che dice già tutto) non è nemmeno in grado di argomentare in Parlamento i demeriti del Disegno. Si limita a chiedere in piazza che venga ritirato. Sic et sempliciter.
    Delirante e ridicolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: