STALKER SARAI TU

“Femminicidio”: il bufalificio sempre al lavoro (update)

Questo blog ha interrotto le pubblicazioni il 14/09/2020, dopo 4 anni di attività.

Le sue tematiche sono ora sviluppate da una nuova piattaforma:

LA FIONDA

https://www.lafionda.com

<

varie_femminicidio2di Fabio Nestola – A commento del mio articolo di ieri che sbufala le bufale di “InQuantoDonna”, un lettore segnala il ben più zelante sito chiamato nientemeno che “femminicidio.info”. E mentre il primo, per decenza, ne conta 25, quest’ultimo sfonda il muro del ridicolo contandone ben 40. Tocca anche qui andare a vedere le carte, ben sapendo di avere a che fare con un giocatore che bara. E infatti anche qui l’elenco è pieno di scorie messe a buon peso:

Giuseppina Addante – Movente economico: anziana uccisa dal nipote con problemi di tossicodipendenza, che già in passato aveva attinto di nascosto al conto della nonna
https://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/omicidio-giuseppina-addante-nipote-3048615/

Anna Cassalia – È anche nell’elenco IQD – delitto fra anziani, lui 87enne soffriva di disturbi legati all’età.

Damia El Assali – È anche nell’elenco IQD – autore e vittima stranieri

Augurita Istrate – Autore e vittima stranieri – Uccisa dal figlio già in cura per problemi psichici, inesistente il movente di genere
https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/05/08/news/ventenne_uccide_la_madre_dopo_un_litigio_alle_porte_di_roma-225800889/

Anna Tomasino – Anziana uccisa durante una rapina da un delinquente, tale Miki Trajkovic, con numerosi precedenti penali . Inesistente il movente di genere.
https://femminicidioitalia.info/2019/maggio/6/anna-tomasino-monte-sacro-roma

Imen Chatbouri – Autore e vittima stranieri – uccisa da Iulian Catoi, un amico del fidanzato della vittima, nessun legame sentimentale o litigio, i filmati registrano che l’assassino che si avvicina mentre la ragazza era di spalle e la butta giù da un parapetto
https://femminicidioitalia.info/2019/maggio/2/imen-chatbri-chatbouri-ponte-sisto-tevere-roma

Lucia Benedetto – Uccisa dal figlio con problemi di salute mentale. Movente di genere inesistente
https://femminicidioitalia.info/2019/aprile/23/lucia-benedetto-sesto-san-giovanni

Licia Zambon – È anche nell’elenco IQD – delitto fra anziani, lui 85enne, lei 81 affetta da demenza senile

Elvira Bruno – È anche nell’elenco IQD – autore straniero

Clementina Spada – È anche nell’elenco IQD – delitto fra anziani, entrambi malati

Elena Caprio – È anche nell’elenco IQD – delitto fra anziani, lei con demenza senile

Benedita Daniel – È anche nell’elenco IQD – prostituta nigeriana, movente economico

Hong Songmei È anche nell’elenco IQD – prostituta cinese, movente economico

Stefania Fragliasso – Muore di infarto durante una rapina, inesistente il movente di genere
https://femminicidioitalia.info/2019/marzo/25/stefania-stefanina-fragliasso-gianturco-napoli

Hannioui Khaddouj – Autore e vittima stranieri. Uccisa dal nipote con problemi psichiatrici, inesistente il movente di genere
https://femminicidioitalia.info/2019/marzo/22/hannioui-khaddouj-finale-emilia

Nicoletta Indelicato Lite fra tre giovani, vendetta premeditata per cui sono in carcere Carmelo Bonetta e Margareta Buffa. Inesistente il movente di genere
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/nicoletta-sparita-marsala-e-trovata-morta-nei-campi-due-1665713.html

Rosalia La Gumina – È la ricostruzione stranissima di un duplice decesso. Prima una lite in famiglia, con lei che accoltella lui e lui che la strangola, senza poter accertare chi abbia aggredito per primo. Poi lui l’ha strangolata e quindi si è suicidato gettandosi sul coltello che avrebbe messo sotto l’ascella di lei . Dalla versione finale sparisce lo strangolamento, lui l’ha accoltellata e poi si è suicidato in quel modo poco credibile. Questa versione non mi ha mai convinto, resta il fatto che è classificato come femminicidio.
https://www.canicattiweb.com/2019/03/16/strangola-la-moglie-e-si-accoltella-il-marito-dopo-lomicidio-si-lancia-su-una-lama/ 

Diva Borin – Nessun arresto, ipotizzati ma mai accertati gli interessi economici di un nipote ed un 37enne che periodicamente aiutava la signora 86enne deceduta. Ipotizzato un movente economico, inesistente il movente di genere
https://femminicidioitalia.info/2019/marzo/2/diva-borin-urago-mella-brescia

Imane Fadil – Testimone al processo Ruby-ter, l’indagine tiene conto dell’ipotesi della morte per avvelenamento, poi smentita dall’autopsia, ma non si esclude nemmeno la morte naturale causata da una malattia fulminante. In ogni caso è inesistente il movente di genere
https://femminicidioitalia.info/2019/marzo/1/imane-fadil-ospedale-humanitas-milano

Neda Vannoni – È anche nell’elenco IQD – delitto fra anziani

Ghizlan El Hadraoui – È anche nell’elenco IQD – autore e vittima stranieri

Marisa Sartori autore straniero

Anna Piccato – Omicidio per rapina, inesistente il movente di genere.
http://www.today.it/cronaca/omicidio-anna-piccato-confessione.html

Palma Agostino – Uccisa dal fratello col quale conviveva. Vecchi attriti aggravati da problemi di salute, inesistente il movente di genere
https://femminicidioitalia.info/2019/gennaio/21/palma-agostino-taggia

Stefania Crotti – Uccisa da Chiara Alessandri, ex amante del marito di Stefania. Prima presa a martellate e poi bruciata viva. Pure questo è femminicidio
https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/03/09/news/omicidio_stefania_crotti_gorlago_no_domiciliari_chiara_alessandri_resta_in_carcere-221087530/

Augusta Brunori – Uccisa dalla figlia Francesca con una coltellata alla schiena, pure questo è femminicidio?
http://www.today.it/cronaca/omicidio-augusta-brunori-magione-perugia.html

Luisa Minghé – È anche nell’elenco IQD – delitto fra anziani, lei era malata di Alzheimer

Dunque 27 episodi su 40 non hanno nulla a che fare con l’emergenza “femminicidio” in Italia, intesa come violenza sulle donne figlia di una sovrastruttura ideologica patriarcale in un Paese irrimediabilmente misogino. Ne restano 13, che comunque rappresentano la perdita di 13 preziose vite.


Sostieni e diffondi la sottoscrizione solidale per i 118
contro i manifesti sessisti della Regione Lazio.
logo_buonacausa


Per essere sempre aggiornato sui nuovi articoli, iscriviti alla newsletter di “Stalker sarai tu”:

Loading

 

3 thoughts on ““Femminicidio”: il bufalificio sempre al lavoro (update)

  1. Riuscire a mettere la Fadil nei femminicidi (non si sa ancora di cosa si morta, figurarsi conoscere l’omicida) dà un tocco naif al tutto.

  2. Ottimo lavoro di debunking, mai abbastanza apprezzato.
    Ho notato che in fondo ad ogni caso è presente un link “Segnala un errore” che rimanda ad una mail del sito.
    Non sarebbe il caso di bombardarle di email per avvertire degli errori? (lo so benissimo che non servirebbe a niente, ma almeno si renderebbero conto che non siamo tutti fessi).

  3. Qualche riflessione va fatta sui casi da escludere dall’ elenco, quelli che sfacciatamente vengono inclusi solo sperando che nessuno vada mai a controllare.
    Oltre ai soliti delitti fra anziani, in cui l’unica molla omicida è la speranza di non soffrire e far soffrire più, compaiono diversi omicidi con moventi economici (il nipote tossicodipendente, rapine finite nel sangue), o attriti di varia natura che non hanno niente a che vedere con “o mia o di nessuno” (il fratello, il nipote con problemi psichici, il figlio pure lui con problemi psichici, uno squilibrato che senza nessun preavviso butta una donna giù dal ponte)
    L’elemento più anomalo, però, è che finiscono nell’elenco dei femminicidi anche donne uccise da altre donne: la figlia, l’ex amante del marito, una prostituta che uccide la collega, un omicidio in concorso tra un uomo ed una donna. Per finire con l’ultima chicca: Imane Fadil, testimone del processo Ruby-ter e quindi inizialmente “avvelenata” per farla tacere, poi lo scandalo si sgonfia e dall’autopsia l’avvelenamento non risulta, potrebbe essere morta per una malattia fulminante. Però è tra i femminicidi.
    Si alza l’asticella della menzogna: prima bastava che una donna venisse uccisa da un uomo per gridare al femminicidio, indipendentemente dal movente di genere. Negli anni passati abbiamo registrato donne morte per rapina, incidenti stradali, vittime occasionali di regolamenti di conti, casi irrisolti nei quali l’autore – e quindi il movente – non è mai stato individuato.
    Ora non è più necessario che siano uomini ad uccidere, è femminicidio anche quando ad uccidere sono le donne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: