LA VERGOGNA! – I due minuti d’odio

Home La faziosità dei media LA VERGOGNA! – I due minuti d’odio
LA VERGOGNA! – I due minuti d’odio

skyVedo qualche minuto fa su Facebook il post di un amico con la registrazione di una trasmissione di SkyTG24. Tema: la violenza sulle donne, l’istinto immaturo e votato alla sopraffazione dell’uomo, gli abusi, lo stalking e il solito armamentario. L’ho detto di recente, c’è una recrudescenza a spacciare questa fuffa, condita di dati manipolati, e il perché accade l’ho spiegato. Qui però, in questa trasmissione, c’è qualcosa di più: accanimento. Ma soprattutto indottrinamento e non informazione. Prova ne sia che gli invitati sono tutti della stessa “parrocchia”, non c’è contraddittorio serio, se non gli “interventi da casa” postati sui social, che, ci scommetto, vengono debitamente filtrati. E in ogni caso con un tweet non fai dibattito, non smentisci, non si può. Dunque si tratta dei “due minuti d’odio” di George Orwell, solo organizzati in quasi mezz’ora.

Abituato ormai a tutto, m’incazzo di rado davanti a queste cose. Qui l’accanimento però mi ha lasciato attonito. Così come la sfacciataggine nel comunicare dati in modo scorretto. Questa è informazione criminale. E’, appunto, indottrinamento. Per chi volesse farsi lo stesso nervoso mio, la trasmissione può essere vista qui.

300Ma ora la domanda è: vale la pena fare come al solito, cioè ingoiare il rospo di fronte a tante infami falsità o è un po’ il caso di cominciare a farsi sentire? Io la risposta per me ce l’ho già. Sarò idealista ma certe cose non bisogna più lasciarle passare. Dunque, terminato questo articolo, manderò subito a Sky TG24 questo messaggio, attraverso questa email: skytg24.redazione@skytv.it. Mi auguro di non essere l’unico.

A: skytg24.redazione@skytv.it

Oggetto: VERGOGNATEVI

Messaggio:

Ho avuto la cattiva sorte di imbattermi nella registrazione della vostra trasmissione intitolata “Hashtag24 – l’attualità condivisa: maschilismo e femminismo”.

Avete spacciato dati falsati: 7 milioni di donne vittime di abusi è una stima ISTAT, dunque non un dato reale; il 5,5% di differenza salariale non esiste, a parità di inquadramento contrattuale e anzianità, e se esistesse, oltre a essere un reato, ci sarebbe la piena occupazione femminile. Peggio ancora: nella vostra trasmissione non avete garantito alcun tipo di contraddittorio. La narrazione era a senso unico, colma di pregiudizi o giudizi sommari, sostenuta da argomentazioni prive di fondamento. Scelte editoriali legittime, si dirà. D’accordo, ma allora non è informazione, bensì, anche alla luce del modo scorretto di comunicare i dati, è puro indottrinamento, allarmismo, demonizzazione. Ovviamente a senso unico.

Trasmissioni come la vostra incentivano la guerra tra generi e alimentano (si tratta di capire se dolosamente o colposamente) un grande business che da quella guerra trae profitto, passando sopra anche alla vita di un numero impressionante di minori.

Per questo dovete vergognarvi. Per un pugno di spettatori in più, avete abdicato ai doveri della vostra delicatissima professione. Avete agito senza il minimo scrupolo, senza oggettività e senza alcuna deontologia. Avete infangato il concetto stesso di informazione e i molti colleghi che tentano di svolgere correttamente la vostra professione.

E non a dirvi, ma a urlarvi tutto questo sono milioni di padri separati umiliati e distrutti dall’andazzo che avete alimentato; milioni di uomini, padri di famiglia dediti, leali, amorevoli e mai violenti, che sono la maggioranza in un paese come il nostro, il più sicuro per le donne (dati UE); i tanti, tantissimi uomini finiti nei guai a causa delle dilaganti false accuse di stupro, violenza su minore, molestie, stalking, minacce, lesioni e simili. A urlarvi in faccia l’indegnità della vostra “informazione” è una comunità che non ci sta più a farsi raccontare come non è, per una manciata di spettatori in più o per un business immorale.

Ancora una volta: vergognatevi.

FIRMA


bannerpromominiwp

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: