“Be a man, they said”. Sii uomo, dicevano

Questo blog ha interrotto le pubblicazioni il 14/09/2020, dopo 4 anni di attività.

Le sue tematiche sono ora sviluppate da una nuova piattaforma:

LA FIONDA

https://www.lafionda.com

di Davide Stasi – Qualche giorno fa mi sono imbattuto in un video girato da Cynthia Nixon, ex protagonista di “Sex and the city” e ovviamente femminista liberal, oggi in campo anche politicamente negli Stati Uniti con il partito democratico. Il video si intitola “Be a lady, they said”, ovvero: sii una signora, dicevano. Nei tre minuti della sua requisitoria patinata, Nixon snocciola tutte le varie contraddittorie componenti di quella che considera l’orribile oppressione del patriarcato sulle donne. Una chiave di lettura consueta, dove tutto e il contrario di tutto è colpa degli orribili uomini, che se la spassano alle spalle delle povere donne.

Basta guardarla negli occhi, la Nixon, per rendersi conto di quanto risentimento, quanto livore, quanto odio abbia dentro. Un armamentario di sentimenti negativi che confluisce in un bel business fatto di soldi e carriera politica. Per la serie: come mettere a frutto frustrazioni profondissime agganciando la locomotiva di un messaggio tossico a un infinito treno di teste vuote. Quelle che sui social definiscono il video “meraviglioso”, “significativo”, “emozionante”. E questo è: un’accozzaglia di stereotipi rappresentati in modo calcolato per emozionare, far arrabbiare e raccattare applausi, sicuramente soldi, forse anche voti. Il tutto tenendo saldo il mirino sull’uomo, sul maschio, se possibile bianco ed etero. Ecco dunque il contributo della Nixon al terrorismo di genere internazionale. Dategli una guardata, merita.


Chissà che non le scatti un minimo di autocritica.


L’ho trovato talmente stupido, vuoto, pretestuoso, ho inteso in modo così dirompente la sua carica meramente propagandistica e ideologica che non ho resistito… Anche perché prima ancora che me ne rendessi conto io, alcune donne che mi sono vicine mi hanno fatto notare come il video mancasse di una conclusione. E’ una lunga lista di doglianze, lamentele, recriminazioni che poi si conclude in nulla. Alla fine viene da dire: ebbene? Ebbene niente. Il messaggio femminista è questo: lamentarsi, rivendicare, accusare l’uomo, punto. E fottere il più possibile, dopo aver piagnucolato a sufficienza. Un messaggio tossico, con conseguenze concrete nel reale. Uno dei miei più cari amici mi ha raccontato che proprio il video della Nixon è stato motivo di aspra discussione con una sua amica molto cara, con cui stava nascendo qualcosa di più. L’amicizia si è spezzata a causa di quella discussione, a riprova che video del genere sono concepiti proprio per dividere, spaccare, mettere zizzania, impedire la relazione. E allora non ci ho più visto, mi sono davvero rotto di questo tipo di messaggi, specie quando arrivano da oltreoceano.

Dunque ho pensato di elaborare una risposta a tono destinata a Cynthia Nixon, ma anche a tutte quelle come lei sparse per il mondo. Qui di seguito c’è la mia video-risposta, una clip intitolata “Be a man”, sii uomo. E’ il contraltare alla fuffa della femminista americana ma, a differenza sua, io una conclusione l’ho messa. Perché non si tratta di fare a gara a chi recrimina di più e questioni più gravi. Se si riduce tutto a quello, ognuno ha qualcosa da dire, si finisce al muro-contro-muro e non se ne esce. Ecco allora che ho inteso chiudere il video alzando il livello là dove la femminista media non potrà mai arrivare. Con ciò dando la cifra vera e più pura del significato della mobilitazione mia e di molti altri. Stando ai contributi della rete, che poco dopo la pubblicazione ha fornito la traduzione dei sottotitoli in spagnolo e russo (!!!), sembrerebbe un messaggio apprezzato. Ora c’è solo da sperare che il video attraversi l’oceano e finisca sotto gli occhi della Nixon. Chissà che non le scatti un minimo di autocritica. Ecco il mio video (presente anche su Vimeo, oltre che su YouTube):


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: