Concessa alle donne italiane la licenza d’uccidere

Questo blog ha interrotto le pubblicazioni il 14/09/2020, dopo 4 anni di attività.

Le sue tematiche sono ora sviluppate da una nuova piattaforma:

LA FIONDA

https://www.lafionda.com

Nell’immaginario collettivo l’avevano solo James Bond e gli agenti segreti come lui. Ora ce l’hanno anche le donne italiane. Non si può interpretare che in questo modo la sentenza che ha condannato a un anno e due mesi (cioè: niente) la donna fiorentina che nel marzo scorso ha piantato un coltello all’altezza del cuore del fidanzato, per motivi di pura gelosia.

In qualunque paese normale, con una giurisprudenza e dei giudici normali, visto dove è stato portato il colpo il caso sarebbe stato classificato come “tentato omicidio”. A occhi chiusi proprio. Da noi no: dato che i due stavano litigando per motivi di gelosia e dato che durante la lite lui ha ricevuto un messaggio dalla ex, scatenando l’aggressione della fidanzata, non c’è tentato omicidio, ma solo “lesioni aggravate”. Da qui la sentenza risibile.


Ti piace questo articolo? Sostieni il blog con una donazione. Grazie

La prassi ormai è questa: derubricazione. Una donna entra in tribunale con un’accusa pesante e, quando non ne esce sostanzialmente libera per incapacità di intendere e di volere o per “legittima difesa”, comunque ne esce con l’accusa derubricata e una pena infima. E’ una storia datata, con casi eclatanti, come quello di Elena Perotti, che sganciò sulla testa di William Pezzulo una secchiata d’acido che avrebbe ucciso un bue. Anche lei incriminata per lesioni aggravate, poi condannata, poi libera dopo un mese.

Ora, si può trattare anche di un nuovo indirizzo della giurisprudenza, per carità, ma Costituzione vorrebbe, nel caso, venisse applicata senza distinzioni di sesso a donne e uomini. Invece, carte alla mano, pare proprio che si tratti si un insieme di precedenti ben indirizzati sul lato femminile, cui viene gradualmente e sempre più attribuita licenza di uccidere (un uomo), laddove l’uomo viene incriminato se tocca la caviglia di una donna. Tutto normale per voi?


ACQUISTA “LA PARABOLA DEL CRICETO”
CARTACEO o E-BOOK
Anche su: Amazon, IBS, Mondadori, Feltrinelli

lpdc banner

ACQUISTA “LA PARABOLA DEL CRICETO”
CARTACEO o E-BOOK
Anche su: Amazon, IBS, Mondadori, Feltrinelli


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale di “Stalker sarai tu”:

Loading

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: