STALKER SARAI TU

Niente storia, siamo svedesi

Questo blog ha interrotto le pubblicazioni il 14/09/2020, dopo 4 anni di attività.

Le sue tematiche sono ora sviluppate da una nuova piattaforma:

LA FIONDA

https://www.lafionda.com

<

scuola Svezia

La patria del femminismo e genderismo applicati riforma i propri percorsi formativi relativi alla storia. Il problema è reale: nei gradi scolastici corrispondenti alle nostre scuole medie, il tempo dedicato all’insegnamento della storia è troppo poco rispetto alla secolare storia umana. Tutto incluso, dall’homus erectus fino alla caduta del Muro di Berlino, non c’è abbastanza spazio nel normale percorso scolastico. Dunque che fare? Investire in formazione e aumentare le ore di scuola? Nossignore, siamo svedesi e della storia antica non ci importa nulla, dunque si va di mannaia.

Ecco allora che il tavolo ministeriale sull’istruzione decide di tagliare di netto i programmi scolastici di storia. Non si insegnerà più nulla di antecedente all’800. Ma quale cultura greca e romana? Ma quale nascita della democrazia e della civiltà occidentale? Il focus va dato agli eventi cruciali del ‘900, ovvero alla Seconda Guerra Mondiale, all’Olocausto, al razzismo, alle migrazioni, ai cambiamenti climatici e alle questioni di genere. Questi sono i nuovi pilastri su cui gli svedesi del futuro devono formarsi.


Siamo svedesi e della storia antica non ci importa nulla.


storia hitler stalin

Lo storico svedese, molto noto in patria, Dick Harrison ha parole piuttosto chiare e nette su questa decisione: “orribile, bizzarra, assurda… una decisione fottutamente fuori di testa”. Eppure, in quanto storico, dovrebbe essere in grado di comprendere piuttosto bene il presente e l’evoluzione che ha portato il suo paese a una boiata del genere. L’obiettivo generale è sradicare i cittadini del futuro. Letteralmente. Quale migliore strategia, a questo scopo, di tagliare di netto le fondamenta stesse della storia, dando il massimo risalto agli eventi più recenti, magari letti in ottica “liberal”, femminista, genderista e post-modernista?

Ecco allora che si prospetta un futuro di piccoli svedesi (ma sicuramente l’iniziativa si estenderà a tutto l’Occidente) secondo cui il mito di fondazione risale a Hitler, all’olocausto, al razzismo, a Greta Thunberg e all’ecologismo emotivo, ale migrazioni e soprattutto alla liquidità di genere. Naturalmente di quel mito non fanno parte i milioni di morti del regime sovietico, ci mancherebbe o un conteggio oggettivo dell’androcausto che ha segnato tutta la storia dell’umanità. Non resta da chiedersi che tipo di automi apolidi e privi di identità sortiranno da una siffatta censura dei programmi scolastici di storia. Probabilmente un esercito di Social Justice Warriors timorosi di aprire bocca o di agire, a meno che non si tratti di zittire violentemente chi non la pensa come loro.


ACQUISTA IL LIBROACQUISTA L’E-BOOK

Anche su IBS, Amazon, Feltrinelli e Mondadori

grafica_ingranaggibanner

ACQUISTA IL LIBROACQUISTA L’E-BOOK

Anche su IBS, Amazon, Feltrinelli e Mondadori

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale di “Stalker sarai tu”:

Loading

9 thoughts on “Niente storia, siamo svedesi

  1. Davide: è 800, non 1800, mille anni prima.
    25 dicembre 800: Carlo magno viene incoronato Imperatore.
    La parte dall’800 al 1500 è piccolissima, guarda qui:
    https://www.skolverket.se/download/18.472714ce16b70ab98271364/1569251324908/Historia_GR.pdf
    Anche se uno non capisce lo svedese:
    Arskurs 4-6: 800-1500
    Nota la parola “kvinnor” – significa “donne”
    “Likheter och skillnader i levnadsvillkor för barn, kvinnor och män under tidsperioden.”
    Questa frase sta nel periodo 800-1500, cioè da Carlo Magno a 8 anni dopo la scoperta dell’America e significa:
    “SIMILARITA’ E DIFFERENZE NELLE CONDIZIONI DI VITA DI BAMBINI, DONNE E UOMINI IN QUESTO PERIODO”
    E’ dove mettono le balle femministe sul patriarcato.
    Notare che le vichinghe tiravano di spada, quindi oppresse un cavolo: quando arrivarono in America il villaggio vichingo di appena 10 abitazioni venne attaccato dagli indiani quando gli uomini erano fuori a pesca, vennero respinti a colpi di spada dalle donne vichinghe, con forti perdite indiane.

      1. Io sto più su questo che sul mio perché è ugualmente accessibile da desktop e tablet: il mio è gestibile solo da desktop, sul tablet fa dei casini immani.

          1. Ti consiglio di non scrivere frasi che possono essere equivocate altrimenti domani arriva il Testimone di Geova a farti il predicozzo in tono mellifluo. Ovviamente dopo aver postato tuoni fulmini e saette su entrambi i suoi forum, senza nessuno che se lo fili sul primo e nel secondo con solo Bud Spencer che gli risponde scrivendo cose assolutamente incomprensibili che sembrano generate casualmente da un aborto dell’incrocio dei generatori casuali di frasi basati su Fusaro e Vendola.

  2. Letto il documento in svedese: sono più furbi e pericolosi. Eliminano Greci, Romani e la prima metà dell’Alto Medioevo, fanno partire tutto dall’800, in pratica con i vichinghi, con la storia svedese vera e propria. In questo modo strizzano apparentemente l’occhio alla destra. Ma li fregano: il solo contenuto “migrazioni” moderne è grosso quanto tutto il periodo 800-1500, poi oltre al bias pro-migratorio c’è il bias pro-comunista e pure un bel pezzo sui diritti delle donne…il bias si avverte sin dal sommario del programma.
    La cosa di dire che iniziano dal 1700 è però inesatta, iniziano dall’800, ci sta che la voce sia stata fatta circolare apposta, così chi lamenta che iniziano col 1700 si sente rispondere che è l’800, e pensa che sia quasi tutto a posto.

      1. Di nulla. Le fonti tipo Breitbart e similari italiani usano fonti vere e molto valide, ma nell’esposizione nell’articolo reinterpretano e distorcono un po’, proprio per fare clickbait, ma non lo fanno solo nel titolo, pure nell’articolo.
        Questi hanno scritto 1700 invece che 800 perché faceva più scena – infatti se fai caso anche nel loro articolo il professore svedese parla solo di cancellazione della Storia Antica, che è prima del Medioevo, è quella che hanno cancellato. Se avessero cancellato anche i vichinghi (che addirittura arrivarono in America verso il 1100) il professore svedese avrebbe dato completamente di matto dicendo che cancellavano la storia della Svezia, invece non ne fa cenno, parla solo di Greci e Romani.
        Però la sostanza è vera: stanno riscrivendo la Storia in senso pro-migrazionista, pro-comunista, pro-femminista, e togliendo parti rilevanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: